Home » Economia & Caste » Tangenti TAV ed Expo: 4 nuovi arresti e altri 50 indagati

Tangenti TAV ed Expo: 4 nuovi arresti e altri 50 indagati

Si allarga lo scandalo tangenti nelle grandi opere come TAV ed Expo 2015: i carabinieri dei Ros hanno arrestato tra Roma e Milano 4 persone, mentre ad altre 50 è stato notificato l’avvio delle indagini nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Firenze. Secondo l’accusa, vi sarebbe un “articolato sistema corruttivo” nel quale sarebbe coinvolto anche l’ex super-dirigente del ministero dei Lavori Pubblici Ercole Incalza, cui sono state poste le manette ai polsi, il suo collaboratore Sandro Pacella e gli imprenditori Stefano Perotti e Francesco Cavallo.

Indagati anche alcuni esponenti politici, dei quali al momento non si conoscono le identità. In ogni caso, riferiscono fonti giornalistiche, non si tratterebbe di esponenti di spicco. Le indagini sono partite dagli appalti per l’alta velocità nel nodo fiorentino e per il sotto-attraversamento dello stesso capoluogo toscano, per poi allargarsi ad altre grandi opere. Tra gli interessi dell’organizzazione malavitosa, anche alcuni appalti dell’Expo.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”17155″]
Loading...

Altre Storie

Bodybuilder in ospedale con il pene incastrato nei manubri del bilanciere, arrivano i vigili del fuoco a liberarlo

Un culturista abitante della Germania si è trovata ad affrontare uno spiacevole inconveniente a dir …

One comment

  1. che bella fioritura di delinquenza ,primaverile stiamo avendo.Era prevedibile.Ed ora si devono fare retate. E IL MONDO,SAPRA’ DI NOI IL PEGGIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *