Tumore al colon-retto, giovani sempre più a rischio

Stando a una ricerca che è stata pubblicata sul Journal of the National Cancer Institute, il tumore al colon-retto risulta la patologia tumorale più diffusa tra tra gli over 50, con ben 53mila nuove diagnosi all’anno. Negli Stati Uniti la maggior parte dei pazienti colpiti da questo tipo di tumore sono i giovani. In questa fascia di età, se non ci sono già dei casi precedenti in famiglia, non viene attuata alcuna forma di prevenzione.

In particolare se sempre negli Stati Uniti fino al 1974 si è assistito a una diminuzione di questo tipo di tumori, tra metà degli anni 80′ e il 2013 c’è stato invece un aumento nelle diagnosi di questo tipo di tumore nei giovani tra i 20 e i 29 anni. Un leggero aumento dei casi si è osservato anche a partire dagli anni 90′ negli adulti di età compresa tra i 40 e i 54 anni. Fondamentale è lo stile di vita per prevenire questa patologia. In effetti vi è una correlazione tra abitudini alimentari deleterie e lo sviluppo del cancro al colon-retto, ecco perché i giovani sono maggiormente a rischio. Stando agli autori della ricerca se non vi sarà una inversione di tendenza, l’incidenza del tumore del colon-retto aumenterà tra il 2020 e il 2030 di una percentuale compresa tra il 38 e il 90 per cento, a seconda che i pazienti abbiano 20 o 34 anni.

Insomma la prevenzione di questo tumore e anche di altre patologie tumorali parte dall’educazione a tavola.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *