Home » Politica & Feudalesimo » Ufficio contravvenzioni: così si cancellano le multe ai parlamentari

Ufficio contravvenzioni: così si cancellano le multe ai parlamentari

FRANCE-GENDARMERIE-TRANSPORT-HOLIDAYSNon c’è nessun controllo, per cui basta che un’autorità richieda l’annullamento di una contravvenzione e tutto viene archiviato. Funziona così all’Ufficio Contravvenzioni di via Ostiense a Roma, ora al centro di uno scandalo senza precedenti per ricorsi insabbiati e verbali spariti nel nulla. Il tutto per salvare i soliti privilegiati che in vita loro non hanno mai pagato e mai pagheranno per le infrazioni al codice della strada.

La vergogna senza precedenti, emerge dai verbali di interrogatorio di Tiziana Diamanti e Angelo Vitali, l’impiegata e il funzionario finiti in manette lo scorso maggio, con l’accusa di soppressione di atti pubblici, e per cui il pm Laura Condemi ha già chiesto il giudizio immediato. La signora Diamanti, racconta che dal 2000 era diventata la referente della Camera dei Deputati: come riparta ‘Leggo.it’, doveva occuparsi dei ricorsi alle contravvenzioni che, per legge, nel caso degli organi istituzionali possono essere archiviate, in base all’articolo 4, con dicitura “improcedibile”.

«A un certo punto non ce la facevo più, ho detto: guardate io con la Camera dei Deputati vorrei smettere, perché mi chiamano a casa, vogliono questo, quell’altro», racconta la donna.

Insomma, bastava una telefonata del deputato, del senatore o dei politici regionali per vedersi annullare, senza lasciare traccia, qualsiasi multa. E gli onesti cittadini? Zitti a pagare. Dal 2011, rivela ancora la Diamanti, i ricorsi non venivano nemmeno più inviati in Prefettura: ma direttamente cestinati. La Diamanti ha spiegato negli stessi interrogatori di eseguire solo gli ordini del suo superiore, Angelo Vitali che, interrogato a Regina Coeli il 31 maggio, ha dichiarato:

«Il Prefetto mi ha detto: dato che gli archivi sono sotto sequestro, dato che mi sono crollati degli archivi, fammi la cortesia di non trasmettermeli perché tanto sono tutti articolo 4, sono organi istituzionali».

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Loading...

Altre Storie

Carpiano shock, vermi nella pasta della mensa di una scuola materna: analisi in corso

Nella pastina servita dalla mensa della scuola d’infanzia di Carpiano, nel Milanese, sono stati trovati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *