Un finto cieco chiede alla gente di cambiare 50 dollari, ecco cosa succede

Un video mostra un cieco per la strada che chiede alle persone di scambiare una banconota da 5 dollari. Ma poi il cieco tira fuori una banconota da 50 dollari e non da 5, alcune delle persone mostrano all’uomo cieco il suo errore, ma molte altre fanno finta di nulla e intascano tranquillamente i 50 dollari. Il video non era stato realizzato per caso, ma era uno sorta di ‘esperimento sociale’ per mostrare come e se vengono sfruttate le persone con disagi alla vista.

Nella spiegazione Adrian Gruszka, ha scritto che è stato spinto a girare il video dopo un membro della famiglia, cieco, è stato vittima di un comportamento simile.
Ho voluto condurre un esperimento sociale dove mi pongo come un uomo cieco che chiede agli estranei se mi aiuterebbero a cambiare una banconota da cinque dollari, ma io consegno loro una banconota da cinquanta dollari”, ha scritto sotto il videoCi sono due possibili esiti di questa situazione: potevano fare la cosa giusta e dire al cieco che stava consegnando loro la banconota sbagliata o potevano trarre vantaggio non dicendo nulla al cieco rubandogli così i soldi. ”
Alla fine dell’esperimento sociale Adrian Gruszka si è detto “molto sorpreso” dalla quantità di gente che ha rubato da una persona che credeva fosse cieca. “Assolutamente ridicolo“, ha commentato.

La reazione più agghiacciante è quella di un uomo che prende semplicemente la banconota da 50 dollari e se ne va. Un altro prende la nota $ 50, finge di cercare il resto, poi porge 10 dollari e ha anche la faccia tosta di augurare ad Adrian “buona fortuna“. Quando è stato smascherato, l’uomo si è scusato dicendo che si è trattato di un incidente.
Non son cieco in realtà, voglio indietro i miei 50 dollari. Che stai facendo? Sii onesti la prossima volta“.
Non mi ero reso conto, dispiace, mi sento un’idiota,” ammette l’uomo.
Adrian ha detto che tutto il denaro è stato restituito dopo aver detto a coloro che hanno preso i suoi 50 dollari che erano stati filmati.
Su Facebook ovviamente si è scatenata l’indignazione della gente, ma quanti di questi in circostanze simili avrebbero agito onestamente?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *