Un tatuaggio da tenere dopo la morte

Una compagnia conserva il vostro tatuaggio dopo la morte e lo manda ai vostri parenti come ricordo

Se siete indecisi su cosa dovrete lasciare ai vostri cari in eredità dopo la vostra dipartita, e se per caso avete un tatuaggio, ecco che il vostro dubito è stato subito risolto!

Consideratele magari una burla, o un mezzo per prendervi una piccola rivincita su chi non vi andava proprio a genio, ecco che grazie a questa idea potrete prendervi un’estrema soddisfazione, anche post-morte.

Ecco che infatti l’Associazione Nazionale per la Preservazione dell’arte della pelle (NAPSA) vi consentirà di mantenere intatto la vostra parte di pelle tatuata, che potrete tranquillamente tramandare ai posteri o lasciare come caro ricordo ai vostri familiari e amici.

Tutta l’organizzazione no-profit richiede da voi, mentre siete ancora in vita è ovvio, un piccolo pagamento per l’attivazione dell servizio pari a 74 sterline, ovvero 101,63 euro più un costo annuale per il rinnovo di 52,19 euro.

I membri devono soltanto designare un beneficiario che sarà responsabile della notifica al NAPSA della tua morte entro 18 ore, dal tuo ultimo, tragico evento.

Il NAPSA invierà quindi al vostro servizio di pompe funebri di scelta un piccolo kit completo di tutti gli strumenti necessari per rimuovere il tatuaggio.
Fatto questo bisogna semplicemente occuparsi delle spese di imballaggio e spedizione del tessuto al NAPSA, che si occuperà di conservalo all’interno di una teca sicura.

loading...
loading...

1 Comment

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*