Home » Tecnologia e Diavolerie » Usare il Pc fa bene e aiuta la memoria degli anziani

Usare il Pc fa bene e aiuta la memoria degli anziani

L’utilizzo delle nuove tecnologie come antidoto al declino cognitivo. Una interessante ricerca condotta dai ricercatori della University of Western Australia (UWA) e pubblicata sulla rivista scientifica PLoS ONE dimostra che l’utilizzo del computer e delle tecnologie digitali ridurrebbe fino al 40% il rischio di declino cognitivo.
I ricercatori, coordinati da Osvaldo Almeida, hanno tenuto sotto osservazione per otto anni e mezzo un gruppo di oltre 5 mila persone di sesso maschile di età compresa tra i 69 e gli 87 anni con lo scopo di analizzare il declino delle facoltà mentali tra utilizzatori e non e del pc. Tenendo in considerazioni i cosiddetti “fattori confondenti” come l’istruzione, l’isolamento sociale, la depressione, l’età, ed esclusi altri fattori come ereditarietà, malattie, problemi pregressi, lo studio ha valutato soltanto l’utilizzo o meno del computer e il risultato ha dimostrato che chi lo usava assiduamente aveva il 30-40% di possibilità in meno che si sviluppasse la demenza nel corso della vecchiaia. 

E in Italia chissà come potrebbero considerare questo esperimento gli anziani? Il nostro è un paese sempre meno giovane e sarebbe interessante analizzare e documentare l’uso delle tecnologie da parte dei nostri “vecchietti”. Sarebbero disposti a “maneggiare” mouse e tastiera per combattere il loro declino cognitivo?

Loading...

Altre Storie

WhatsApp, come leggere i messaggi cancellati

Torniamo a parlare di WhatsApp visto che dopo la diffusione della notizia secondo cui i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *