Home » Politica & Feudalesimo » Venezuela, il popolo piange la morte di Chavez: il presidente visionario stroncato da un cancro

Venezuela, il popolo piange la morte di Chavez: il presidente visionario stroncato da un cancro

images (1)Hugo Chavez, presidente del Venezuela, è morto oggi a Caracas a causa di un tumore contro cui combatteva da tempo. Ad annunciarlo un commosso Nicolas Maduro, vicepresidente e suo ormai ex braccio destro: “La morte di Hugo Chavez è una tragedia storica per la nostra patria. Chi muore per la vita non può essere considerato morto. Nelle prossime ore renderemo noti tutti i programmi per rendere omaggio al nostro comandante”. Per sicurezza in tutto il paese sono state schierate le forze armate venezuelane affinchè venga rispettata la Costituzione. I suoi funerali si svolgeranno venerdì 8 marzo.

Per il Venezuela e per tutto il mondo dell’America Latina è una perdita gravissima. Se ne va uno dei principali oppositori, al pari del lider maximo Fidel Castro, dell’imperialismo statunitense. Per i suoi detrattori Chavez non era altro che un presidente autoritario che faceva della demagogia populista uno dei suoi principali cavalli di battaglia, che strumentalizzava la polemica antistatunitense per rafforzare il suo potere. Per i suoi sostenitori invece Chavez è stato un presidente al fianco del popolo, difensore dei più poveri e un rivoluzionario sostenitore della democrazia. In sostanza Chavez incarnava l’anima del socialismo del XXI secolo.

Un presidente che nella sua vita non ha conosciuto mezze misure: o lo si amava o lo si odiava. Ma i risultati e soprattutto i fatti parlano per lui: ha incanalato la ricchezza proveniente dal petrolio, una delle principali risorse del Venezuela, verso le classi più povere; ha ridotto sensibilmente la percentuale di indigenti nel paese; sono aumentati notevolmente gli investimenti nella ricerca scientifica; ha costruito un sistema sanitario nazionale disponibile per tutti. Si capisce perchè i venezuelani piangano la morte di Chavez, un presidente amico del popolo. Se è vero che le idee sopravvivono agli uomini, allora Chavez ha lasciato al Venezuale un’eredità pesantissima, che deve essere raccolta dal suo popolo che deve continuare ad andare avanti secondo i suoi insegnamenti.

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *