Home » Cronaca & Calamità » Vigili urbani di Padova picchiano un 49enne nigeriano [VIDEO]

Vigili urbani di Padova picchiano un 49enne nigeriano [VIDEO]

Vigili urbaniQuella che vi raccontiamo è la triste storia di Presley, 49enne nigeriano picchiato da alcuni vigili urbani di Padova per aver riscontrato delle “irregolarità” nel biglietto utilizzato dall’uomo per salire sull’autobus urbano numer0 22. Il conducente del mezzo, dopo l’esibizione del titolo di viaggio da parte di Presley, ha immediatamente chiesto l’aiuto dei controllori, che invece di sovvenzionargli la canonica multa di rito, hanno pensato di chiamare addirittura i vigili urbani, i quali hanno ammanettato il nigeriano per poi prenderlo ripetutamente a pugni.

Ecco alcuni dettagli della storia raccontata sul sito Meltingpot.org:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”12087″]

Mercoledì pomeriggio usciva di casa per fare la spesa. Saliva su un autobus extraurbano per poi scendere ed incrociare il numero 22, linea urbana, che doveva portarlo al supermercato. Doveva, perché una volta salito sul mezzo ha timbrato nuovamente il biglietto e l’autista, dopo aver chiesto l’esibizione del titolo di viaggio, ha contattato l’auto del personale APS che in pochi minuti si è precipitato ad una fermata successiva per salire a bordo. Secondo i controllori il biglietto sarebbe stato irregolare, ma invece di procedere con l’emissione della multa, hanno preferito informare Presley che sarebbe stato accompagnato in Questura.

Sono le quattro del pomeriggio. Lui, in possesso del permesso di lungo periodo non ha nulla da nascondere. Incensurato, regolarmente soggiornante, Presley è una persona sobria almeno quanto possente e pensa di trovarsi in un enorme equivoco. Ma quando all’altezza dell’incrocio che divide in due Corso Vittorio Emanuele II i controllori di viaggio si accorgono della presenza di una pattuglia della Polizia Municipale, chiedono all’autista di fermare la corsa.

Scendono e con loro scende anche Presley che immediatamente viene circondato dai tre controllori e dai due agenti. Continua a chiedere che gli venga notificata la multa ed invece si ritrova schiacciato addosso al muro con le manette strette ai polsi.

Ma è quello che accade dopo ad essere vegognosamente grave: perché un agente della Polizia Municipale inizia a colpirgli ripetutamente il volto. Sette otto, dieci pugni sferrati contro l’occhio e la bocca di Presley prima di scaraventarlo a terra, mentre lo stesso Vigile non smetteva di rivolgergli frasi che la dicono lunga sui pensieri che passavano per la mente all’agente: “torna al tuo paese, non devi venire qui a rompere, torna a casa tua”. Eppure la casa di Presley da vent’anni è l’Italia dove ha costruito famiglia e futuro.

Loading...

Altre Storie

Incidente a Bellolampo, morti giovani coniugi su moto

L’incidente è avvenuto sulla strada che porta alla discarica di Bellolampo. Dramma a Palermo. Una giovane coppia di coniugi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *