Home » Cronaca & Calamità » Violenza sessuale: condannato a tre anni prete vicino a Berlusconi

Violenza sessuale: condannato a tre anni prete vicino a Berlusconi

don-gabriele-KakàCondanna a tre anni di reclusione per don Gabriele Corsani (nella foto tratta da Internet con l’ex campione del Milan, Kakà), 45 anni economo del collegio salesiano di Pavia: lo ha deciso il tribunale di Rimini con rito abbreviato dopo aver accertato la violenza sessuale del prete nei confronti di un ex allievo. Il giudice riminese, ha riconosciuto don Gabriele colpevole di aver molestato nel 2007 un allievo allora 20enne. L’inchiesta nei confronti del prete, tra l’altro vicino alla famiglia Berlusconi, era partita il 5 luglio 2011 dopo la denuncia del ragazzo, che ha trovato a distanza di 4 anni il coraggio di raccontare tutto.

Secondo la ricostruzione fatta dall’accusa, don Gabriele attirò l’allievo in una stanza di una scuola di ispirazione cattolica del milanese, proponendogli di dormire insieme per poi palpeggiarlo. Nel corso delle indagini, inoltre, sarebbe emerso un altro episodio, raccontato ma non denunciato da un diciannovenne e risalente al 2005. Per questo episodio, don Gabriele è stato assolto, ma è stato invece condannato per l’altro capo d’imputazione a tre anni di carcere e ad una provvisionale di 5mila euro.

Don Corsani, per chi non lo sapesse, era stato il primo sacerdote ad accorrere a casa di Rosa Bossi Berlusconi, madre del leader PDL Silvio Berlusconi, alla notizia della sua morte nel febbraio 2008 a Milano. Un anno dopo circa, don Gabriele aveva concelebrato ad Arcore la Messa funebre di Maria Antonietta Berlusconi, sorella dell’allora premier.

Loading...

Altre Storie

Milano shock, canadese violentata da un finto tassista, allarme senza tregua

Purtroppo un ennesimo caso di violenza sessuale ai danni di una giovane donna a Milano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *