Virgin: Richard Branson dà ferie illimitate ai dipendenti

Virgin e il suo fondatore, Richard Branson, continuano sulla via della rivoluzione: dopo aver eliminato l’orario di lavoro “fisso”, vengono “sdoganate” anche le ferie dei dipendenti. Non ci saranno più giorni contati e ben definiti per le vacanze dei dipendenti Virgin, che potranno decidere quanto e per quanto tempo andare in ferie nell’arco dell’anno. Una scelta che concede maggiore libertà ai lavoratori, ma con la quale al contempo Branson vuole dare maggiori responsabilità agli stessi.

La condizione affinché le ferie siano libere, infatti, è che l’assenza non condizioni il business aziendale. La filosofia di Branson è quella secondo la quale un dipendente che può godere di maggiore tempo libero, diviene automaticamente più felice, più entusiasta sul posto di lavoro e di conseguenza più produttivo per l’azienda. Una mossa che ricalca sostanzialmente quanto già fatto da Netflix, che oltre ad aver concesso ferire illimitate ai propri dipendenti, si era spinta verso importanti concessioni dal punto di vista delle spese prive di approvazioni.

Un’altra idea rivoluzionaria in ambito lavorativo è stata lanciata da Carlos Slim, magnate messicano delle telecomunicazioni: ha promosso tra i suoi dipendenti una turnazione di tre giorni a settimana da 11 ore lavorative.

2 Replies to “Virgin: Richard Branson dà ferie illimitate ai dipendenti”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *