Whatsapp sotto attacco, ecco l’ultimo virus vocale

“Non aprite le email, e soprattutto gli allegati, inviati da mittenti il cui nick è Whatsapp ma il cui indirizzo reale, in realtà, risale a soggetti tutt’altro che riconducibili alla nota applicazione. Si tratta di materiale contenente virus informatici”, scrive la polizia di Stato sul suo profilo Facebook ‘Una vita da social’.

“Da oltre un anno è consolidata la mania dei messaggi #Whatsapp vocali che si sono aggiunti ai tradizionali messaggi di chat – si legge nel post – Gli utenti iscritti all’app di messaggistica più popolare del momento possono inviare un file audio al destinatario, in modo da evitare di digitare sulle tastiere degli smartphone lunghe conversazioni, a volte complicate da gestire quando si hanno le mani impegnate in altre attività”.

“Ma c’è un trucco, e potenziale pericolo, e consiste nel virus annidato nell’allegato che, se aperto, infetta il computer – avverte la polizia – Il più delle volte ciò consente al pirata informatico di controllare la macchina colpita dall’infezione (è il caso dei cosiddetti trojan), riuscendo a verificare, anche a distanza, le combinazioni di tasti digitati sulla tastiera. Con tutti i conseguenti illeciti

vantaggi: si pensi alle credenziali di accesso del conto corrente online alle più ‘innocue’ (si fa per dire) credenziali di accesso all’email, al profilo Facebook, ai dati personali dell’utente”.

WhatsApp, almeno secondo le indiscrezioni riportate da WABetaInfo, potrebbe aver deciso ancora una volta di rispondere alle esigenze dei suoi utenti, e per farlo avrebbe già avviato una serie di test con l’obiettivo di mettere a disposizione una funzione che darebbe modo agli utenti di revocare un messaggio già scritto e inviato. Niente più sequestro dello smartphone da parte delle amiche in discoteca grazie al chiacchierato Whatsapp Revoke, con il quale Whatsapp ci farà eliminare i messaggi imbarazzanti dal nostro smartphone e da quello dell’altra persona.

Arrivederci equivoci, addio crisi diplomatiche: con la prossima funzione in arrivo su WhatsApp il servizio di messaggistica istantanea diventa il luogo delle seconde chance, dove poter scrivere d’impulso e poi, eventualmente, ritrattare senza conseguenze.

L’opzione è apparsa all’interno della versione 2.17.1.869 dell’app per iOS, che al momento si trova in fase beta ed è dunque riservata a una ristretta cerchia di aderenti al programma.

In questi ultimi giorni, la stampa ha dato gran rilievo alla nuova funzionalità di WhatsApp, Revoke, che permette di tornare indietro e cancellare il testo di un messaggio spedito per errore. Anche la possibilità di eliminare il messaggio dalla chat del ricevente, al momento, ci sembra pura magia.

Ci sono meno informazioni per quel che riguarda la modifica dei messaggi: anche in questo caso, probabilmente, nella versione definitiva sarà possibile cambiare solo i messaggi che non sono ancora stati inviati. Lo rivelano fonti vicine all’azienda controllata da Facebook che spiegano come i tecnici di WhatsApp sia al lavoro per integrare il comando Revoca (Revoke). Resta ora da capire se il destinatario riceverà comunque su WhatsApp la notifica del messaggio inviato per errore e subito eliminato.

La funzione Revoke è simile a quella già presente su Telegram e Skype.

Ma le novità non finiscono qui.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*