Home » Scienze & Ignoto » Whatsapp in tilt a Capodanno: L’azienda chiede scusa

Whatsapp in tilt a Capodanno: L’azienda chiede scusa

C_4_articolo_2151857_upiImageppWhatsapp ha fatto un brutto scherzo l’ultimo dell’anno, proprio il giorno dove migliaia di persone in tutto il mondo si scambiano gli auguri di fine anna, la chat ha avuto rallentamenti.

Il 31 dicembre nel tardo pomeriggio, la connessione alla chat è stata molto lenta e molto difficoltosa, subito su Twitter è stato creato l’Hashtag #WhatsappDown, nel giro di pochissime ore le lamentele degli utenti aumentavano incessantemente.

Il timore era che per la mezzanotte l’App di messaggistica avrebbe potuto completamente bloccarsi. Invece, a parte qualche lamentela di chi diceva che funzionava a singhiozzo, WhatsApp sembra aver retto all’oceano dei messaggi di “buon anno”. I disagi comunque non sono stati segnalati nel nostro Paese, ma un po’ in tutta Europa e anche nel resto del mondo c’è chi lamenta ancora disagi nel funzionamento del servizio.

Il ‘dramma’ di fine anno per migliaia di utenti a causa del non funzionamento dell’applicazione per inviare messaggi gratis ad amici, parenti e conoscenti. E’ bastato accedere a Twitter e digitare l’hashtag #WhatsAppDown per capire che si trattava di un disservizio a livello globale; così la rete ha estratto il meglio e il peggio dei commenti esilaranti pubblicati dagli utenti i quali non potevano utilizzare la loro amata applicazione per messaggiare. Al momento è difficile rispondere a questa domanda in quanto ancora nulla è stato dichiarato da Whatsapp. Sono state numerose le lamentele avanzate nei confronti dell’App che non “doveva funzionare proprio il giorno dicapodanno“. Già nel pomeriggio di ieri, prima del clou della mezzanotte, Whatsapp è andato in tilt facendo così tornare in auge, ma tra imprecazioni varie (“la foto non me la invia!!!”), gli ormai dimenticati sms (“un tuffo nel passato”). Troppi utenti online e troppi messaggi da una parte all’altra del mondo.

I problemi ed i disservizi avuti da WhatsApp non hanno afflitto solamente l’Italia. Milioni di persone in Europa, Stati Uniti e Canada hanno dovuto fare i conti con l’improvviso malfunzionamento di WhatsApp, il servizio di messaggistica istantanea, creato nel 2009 e ora di proprietà di Facebook, di cui non possono più fare a meno.

Loading...

Altre Storie

Vitamina D, livelli bassi possono portare alla Sclerosi Multipla

Oggi parleremo di quali sono i rischi della carenza da vitamina D. Come forse saprai, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *