Home » Primo piano » WhatsApp vietato per legge: dove e perché

WhatsApp vietato per legge: dove e perché

WhatsApp vietato per legge: lo ha deciso un giudice di San Paolo, in Brasile. Il provvedimento è valido “fino al compimento dell’ordinanza giudiziaria”, ma gli utenti carioca lo stanno ancora utilizzando grazie alla battaglia innescata dagli operatori di telefonia mobile. A sospendere l’utilizzo di WhatsApp in Brasile è stato giudice dello stato di Piaui’, Luiz Moura Correia, che non ha fornito ancora la motivazione ufficiale.

Secondo quanto fa sapere la segreteria di pubblica sicurezza dello stato del Nordest del Brasile, WhatsApp si sarebbe rifiutato di far sparire alcune foto con “bambine e minorenni esibite sessualmente” finite al centro di un’indagine del 2013 portata avanti dalla procura dei minori di Teresina.

Facebook, società che detiene anche la proprietà di WhatsApp, afferma in una nota che non ha alcuna intenzione di prendere posizione nella vicenda. Ad opporsi alla decisione, il SindiTelebrasil, il sindacato degli operatori di telefonia mobile, che temono un calo del traffico da parte degli utenti e ritengono il provvedimento del giudice sproporzionato.

La misura è sproporzionata – si legge in una nota – , perché per ottenere informazioni su un esiguo numero di persone, negate dalla proprietaria di WhatsApp, si vuole interrompere il servizio in tutto il Paese. E per questo motivo, si chiede l’applicazione della misura agli operatori di telefonia, che non hanno alcuna relazione con quel servizio.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”16831″]
Caricamento in corso ...

Altre Storie

Dieta mediterranea può prevenire il cancro: ecco perché

Che lo stile alimentare rappresenti un fattore fondamentale per vivere a lungo è assodato. Ma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *