WT1190F, l’oggetto spaziale caduto in Sri Lanka è scomparso. Mistero sulla sua identificazione

Non c’è nessuna traccia del misterioso oggetto spaziale schiantatosi oggi, nei pressi della costa dello Sri Lanka. L’oggetto che è ritenuto essere un pezzo di razzo artificiale chiamato WT1190F – o più semplicemente Snoopy – apparteneva presumibilmente alla missione Apollo 10 del 1969. Sembra che esso, qualunque cosa fosse, si sia però disintegrato al contatto con l’atmosfera.
L’oggetto luminoso ha però lasciato una lunga scia infuocata dietro di si, concedendo uno spettacolo affascinante agli astanti.

Come previsto, nessun pericolo per le persone sulla Terra al contatto di WT1190F sulla terra.

“L’oggetto è troppo stretto per essere una roccia spazio naturale, ma è plausibile che sia un guscio vuoto, ad esempio il rivestimento superiore di un razzo”. Ha detto l’ESA.

Un episodio simile si è verificato nel 1979 in Australia, quando in terra oceanica le reliquie della stazione Skylab hanno fatto piovere una grossa quantità di detriti.

Le parti dell’oggetto che non si sono bruciate con la pressione atmosferica avrebbero dovuto atterrare senza danni a circa 100 chilometri al largo della costa meridionale dello Sri Lanka.
wt1190f
Lo spettacolo è stato molto affascinante, dal momento che per alcuni minuti sul limpido cielo di mezzogiorno l’oggetto è diventato luminoso.

L’astronomo ESA Marco Micheli ha aggiunto che l’evento è l’occasione perfetta per testare la precisione degli scienziati nel calcolare eventi simili, che in futuro possono coinvolgere asteroidi o altri oggetti spaziali come Snoopy WT1190F.

Gli scienziati di tutto il mondo sono infatti ancora presenti sul luogo dell’impatto e si dichiarano entusiasti per poter prevedere con significativa esattezza e largo anticipo l’atterraggio di oggetti spaziali sulla terra.

Tuttavia, fin dal momento in cui si è iniziato a parlare del misterioso oggetto spaziale, qualcuno ha negato che potesse trattarsi di WT1190F, di un rottame spaziale o di qualsiasi altra componente di una stazione orbitante spaziale.

“Prima che qualcuno gridi, questo potrebbe essere tranquillamente spazzatura spaziale. Ma nel caso in cui fosse un UFO, qualcuno verrebbe mai a dircelo?” Questo è quanto scritto dall’ UFO International Project nel sito web, aggiungendo che fin quando qualcuno non indagherà a fondo in alto mare, riportando alla luce i detriti dell’oggetto, nessuno potrà mai affermare con sicurezza di cosa si tratti.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*