Adele contro Trump: “Non usi le mie canzoni per i comizi”

Donald Trump sembra non piacere affatto alle celebrità: il candidato alla presidenza degli Stati Uniti ha ricevuto l’ennesimo ultimatum da parte di un’artista musicale, e questa volta si tratta di Adele.

La cantante britannica Adele ha chiarito che non vuole che il candidato repubblicano alla presidenzaDonald Trump utilizzi la sua popolare canzone‘Rolling In The Deep’ per promuovere la suacampagna elettorale.

La cantante ha infatti intimato al politico americano di non usare più i suoi brani senza prima aver chiesto il suo permesso (e tutto lascia credere che la probabilità di un consenso sia alquanto remota). Da qui lo sconcerto degli appassionati, che si sono chiesti la posizione della loro icona. A voler vedere una netta separazione tra musica e campagna elettorale, nuovamente quella di Trump, anche Neil Young, Michael Stripe dei R.E.M. e Steven Tyler, frontman degli Aerosmith. “Adele non ha dato il permesso di utilizzare la sua musica in nessuna campagna”, ha dichiarato il suo portavoce ai media statunitensi.

Intanto, la notizia della diffida di Adele ha fatto il giro dei social network e sono molti gli utenti che hanno preso le difese della cantante scagliandosi contro Trump. Per la cantante dunque non c’è molto da fare se non opporre buon viso a cattivo gioco.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *