Home » Cronaca & Calamità » Adescava minori su Facebook e WhatsApp: arrestato parroco di Vercelli

Adescava minori su Facebook e WhatsApp: arrestato parroco di Vercelli

Utilizzava WhatsApp e Facebook per adescare minori e poi ne abusava: con queste accuse è stato arrestato Don Massimo Iuculano, parroco del Sacro Cuore di Gesù di Vercelli. Il sacerdote, in seguito a questo provvedimento è stato sospeso dalla Curia: secondo l’accusa, adescava ragazzini via Sms, tramite WhatsApp e Facebook, e poi li sottoponeva a ‘massaggi particolari’ pare millantando competenze sportive e terapeutiche.

Il parroco di Vercelli è stato intercettato dagli investigatori coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino: tra le vittime del prete pedofilo vi sarebbero un ragazzo italiano di 14 anni e due 17enni stranieri. In cambio delle sue particolari attenzioni, le vittime ottenevano in regalo piccole somme di denaro, ricariche telefoniche e scarpini da calcio.

Immediato il provvedimento da parte della Curia: l’arcivescovo di Vercelli, monsignor Marco Arnolfo, fa sapere che la sospensione avviene “in maniera cautelativa e a tutela del presbitero interessato e della comunità a lui affidata”. Alle famiglie delle vittime coinvolte, inoltre, vanno le scuse e le preghiere di Monsignor Arnolfo, che esprime vicinanza anche alla comunità dei Salesiani e alla comunità del Sacro Cuore di Gesù di Vercelli.

Loading...

Altre Storie

Cane molecolare trova il cancro prima delle anilisi mediche

Diagnosticare un tumore solo annusando una persona. Il cane Liù è stato addestrato a scovare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *