Home » Lavoro & Schiavitù » Bidelle rom a Cagliari, i genitori: “Non le vogliamo, puzzano”

Bidelle rom a Cagliari, i genitori: “Non le vogliamo, puzzano”

bidella-romRivolta dei genitori a Monserrato, in provincia di Cagliari. Nel centro di circa 22mila abitanti, decine di genitori di alunni frequentanti la scuola locale, si sono rivolte al sindaco chiedendo l’allontanamento di due bidelle rom. “I nostri bambini non frequenteranno mai istituti dove lavorano due che provengono da un campo nomadi”, hanno protestato circa una quarantina di mamme.

La notizia è riportata da l’Unione Sarda e vede protagoniste Vasvja Severovic e l’amica Sena Halilovic. Le due donne rom sono state inserite in un progetto di formazione professionale e integrazione finanziato dalla comunità europea tramite la fondazione Anna Ruggiu. Le due sono state proposte al sindaco, che spiega così quanto accaduto:

Essendo al corrente delle carenze di organico nelle scuole elementari e medie – dice il primo cittadino all’Agi – ho chiesto al preside di far lavorare le due donne per un mese. Ma oltre che nelle scuole, verranno impiegate in altri settori dell’amministrazione per far conoscere loro il mondo del lavoro ai fini della loro integrazione.

A scuola, però, i genitori non ce le vogliono: “Non le vogliamo perché sono sporche, puzzano, fanno paura ai bambini e si vestono in modo strano con quelle gonne lunghe…”. “Rubare ovviamente non si può, chiedere l’elemosina non sta bene e se lavoriamo è ancora peggio”, commenta Vasvja Severovic.

Foto: L’Unione Sarda

Loading...

Altre Storie

Acqua minerale contaminata: Otto lotti ritirati

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di otto lotti di acqua minerale prodotta da Fonte Cutolo …

3 comments

  1. se a loro puzzano i corpi a quelle madri puzzano le anime,cosa ben più grave.

  2. Ve la siete voluta cari rom….

    Il 90% di voi sono delinquenti… E ora ? Vi scandalizzate perchè la gente non vuole avere niente a che fare con voi ?

    Prendetevela con voi stessi…

  3. Nella Storia si parla della Shoa.ma in nessun testo o giornale (solo dopo la scoperta dei Lagher venne divulgata la notizia) circa sette od otto milioni di “zingari” finiro nei forni crematori,
    Non faccio commenti lascio a voi ogni considerazione .!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *