Home » Politica & Feudalesimo » Fuga dalla Lega Nord: 6 parlamentari nel Misto

Fuga dalla Lega Nord: 6 parlamentari nel Misto

Sei parlamentari della Lega Nord lasciano i rispettivi gruppi a Camera e Senato per confluire nel gruppo Misto. Si tratta dei senatori Emanuela Munerato (Rovigo), Patrizia Bisinella (Treviso) e Raffaela Bellot (Belluno), e dei deputati Roberto Caon (Padova), Emanuele Prataviera (Venezia) e Matteo Bragantini (Verona). Ad annunciarlo sono gli stessi fuoriusciti tramite una comunicato stampa che non lascia dubbi: si tratta della reazione all’espulsione di Flavio Tosi.

Una decisione giunta dopo una lunga e sofferta riflessione, dichiarano i fuoriusciti nella nota stampa, alla quale il leader del ‘Carroccio’ Matteo Salvini ha replicato con durezza:

Dopo un confronto con i nostri territori, abbiamo deciso di uscire dal gruppo parlamentare della Lega Nord. Riteniamo – si legge nella nota – che l’espulsione del nostro segretario nazionale della Liga Veneta e il commissariamento di fatto del direttivo nazionale della Liga stessa, oltre che il disconoscimento delle legittime decisioni che erano state assunte in consiglio nazionale, siano state prese da via Bellerio in modo scorretto e illegittimo dal punto di vista statutario e politicamente non comprensibile. Siamo nati come autonomisti e federalisti sia nelle battaglie politiche rivolte all’esterno, sia nella gestione interna al nostro movimento – continuano i sei fuoriusciti -. Questi fatti ci fanno ritenere che la Lega Nord abbia abbandonato la sua vera natura e il suo spirito riformista e federalista, non ammettendo più nemmeno un dibattito e una democrazia interni. Siamo stati tra i protagonisti della cosiddetta “rivoluzione delle scope” che tanto faticosamente aveva combattuto e sconfitto il “cerchio magico” che oggi constatiamo essere ritornato anche con altre figure e più virulento di prima.

Esattamente come avvenuto per diversi “fuggitivi” ormai ex M5S, alla base della decisione, dunque, ci sarebbe la mancanza di democrazia interna. La replica di Matteo Salvini non si è fatto attendere ed è stata dura ma anche ironica:

Preoccupato? No, auguri. Mi salutino Fini e Alfano.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”17296″]
Loading...

Altre Storie

Streaming Gratis Juventus – Fiorentina Rojadirecta

La partita Juventus – Fiorentina   inizierà alle 20:45 allo Stadium di Torino, è l’anticipo della terza …

One comment

  1. i cambia casacche non dovrebbero essere accettati da nessuno specie dagli elettori:La costituzione dovrebbe costringerli a dimettersi .Poi se vincono al prossimo turno elettorale rientrano per ripresentarsi alle elezioni e nel frattempo sospeso vitalizio. :Come persone fanno schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *