Isis, 3 ragazzine volano in Siria: “Non torneremo”

Le tre ragazzine inglesi volate in Siria confermano di non avere alcuna paura dell’ Isis e rassicurano le loro famiglie: “Non torniamo, stiamo bene qui”. Dopo giorni di apprensione, giungono notizie sulle tre ragazze britanniche che hanno lasciato il Regno Unito lo scorso mese di febbraio per raggiungere la Siria: si tratta di Shamima Begum, 15 anni, Kadiza Sultana, 16 e Amira Abaze, 15.

Dopo aver lasciato le rispettive famiglie senza dir nulla, le tre ragazzine si sono recate in Siria e si troverebbero attualmente in zone sotto controllo Isis. Secondo quanto riferito dall’emittente ITV News, però, una di loro avrebbe contattato i familiari dopo giorni e giorni di silenzio, confermando di essere in buone condizioni e di non avere alcuna intenzione, almeno nell’immediato, di rientrare a casa.

Anche le altre due giovani cittadine britanniche avrebbero contattato i parenti via Internet, dando la stessa versione dei fatti della terza coetanea. Le rispettive famiglie, intanto, accusano la polizia inglese, perché avrebbero omesso informazioni sui movimenti delle ragazze che sarebbero state utili per evitare la fuga. I familiari, infatti, sostennero a marzo in un’intervista al ‘Guardian’, di non essersi accorti di segnali che facessero pensare alla radicalizzazione delle figlie.

A detta loro, però, le forze dell’ordine avevano captato qualcosa, ma non hanno avvisato per tempo familiari e parenti: in questo modo, le tre ragazze hanno avuto il tempo di procurarsi il denaro per volare prima in Turchia e poi attraversare il confine verso la Siria.

One Reply to “Isis, 3 ragazzine volano in Siria: “Non torneremo””

  1. In qualsiasi aeroporto italiano, un minorenne non può viaggiare da solo, anche su voli interni, a meno che un adulto se ne faccia carico, di solito hostess o steward.
    Devo pensare che in Gran Bretagna TRE minorenni possano volare tranquillamente verso l’estero?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *