Home » Cronaca & Calamità » Mestre, rapinatore si spaccia per Robin Hood e tenta di rapinare una banca
robin hood

Mestre, rapinatore si spaccia per Robin Hood e tenta di rapinare una banca

Un rapinatore ha fatto irruzione in una banca di Mestre, per l’esattezza una filiale Carige, e ha avanzato una sorprendente richiesta di 7000 euro ai cassieri, presentandosi come Robin Hood il principe dei ladri.
“Sono Robin Hood, datemi 7000 euro e li dividerò fra i presenti!”
Questa l’incredibile frase pronunciata dopo aver fatto irruzione nella banca.

L’uomo, alto circa 1,70 cm e sulla sessantina d’anni d’età, sarebbe stato travolto da un insano spirito di generosità e desiderava condividere con i clienti della banca il maltolto. I cassieri, più che spaventati, si sono dichiarati stupiti per questo tentativo di rapina decisamente sui generis e non hanno esaudito la richiesta del rapinatore, chiamando immediatamente la polizia.

Robin Hood di Mestre però non aveva arco e frecce come ci si sarebbe aspettato, ma una pistola scacciacani caricata a salve, un taglierino e uno spray urticante. Le armi erano riposte nelle tasche dei suoi pantaloni all’arrivo della polizia.

La rapina si è conclusa senza danni e non è andata a buon fine per il bandito di Nottingham che è stato arrestato con l’accusa di possesso d’armi non autorizzato e tentata rapina.
La polizia l’ha identificato come Q.G. nato a Treviso nel 1951 con precedenti penali. Le sue condizioni psichiche non sono apparse buone.

L’Italia non ha più il suo Robin Hood.

Loading...

Altre Storie

Incidente a Bellolampo, morti giovani coniugi su moto

L’incidente è avvenuto sulla strada che porta alla discarica di Bellolampo. Dramma a Palermo. Una giovane coppia di coniugi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *