Home » Cronaca & Calamità » Mestre, rapinatore si spaccia per Robin Hood e tenta di rapinare una banca
robin hood

Mestre, rapinatore si spaccia per Robin Hood e tenta di rapinare una banca

Un rapinatore ha fatto irruzione in una banca di Mestre, per l’esattezza una filiale Carige, e ha avanzato una sorprendente richiesta di 7000 euro ai cassieri, presentandosi come Robin Hood il principe dei ladri.
“Sono Robin Hood, datemi 7000 euro e li dividerò fra i presenti!”
Questa l’incredibile frase pronunciata dopo aver fatto irruzione nella banca.

L’uomo, alto circa 1,70 cm e sulla sessantina d’anni d’età, sarebbe stato travolto da un insano spirito di generosità e desiderava condividere con i clienti della banca il maltolto. I cassieri, più che spaventati, si sono dichiarati stupiti per questo tentativo di rapina decisamente sui generis e non hanno esaudito la richiesta del rapinatore, chiamando immediatamente la polizia.

Robin Hood di Mestre però non aveva arco e frecce come ci si sarebbe aspettato, ma una pistola scacciacani caricata a salve, un taglierino e uno spray urticante. Le armi erano riposte nelle tasche dei suoi pantaloni all’arrivo della polizia.

La rapina si è conclusa senza danni e non è andata a buon fine per il bandito di Nottingham che è stato arrestato con l’accusa di possesso d’armi non autorizzato e tentata rapina.
La polizia l’ha identificato come Q.G. nato a Treviso nel 1951 con precedenti penali. Le sue condizioni psichiche non sono apparse buone.

L’Italia non ha più il suo Robin Hood.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *