Home » Scienze & Ignoto » Morto Paolo Bianco, così lo ricorda Beatrice Lorenzin
beatrice lorenzin

Morto Paolo Bianco, così lo ricorda Beatrice Lorenzin

Il ministro della sanità Beatrice Lorenzin ha ricordato il dottor Paolo Bianco, morto prematuramente all’età di 60 anni.
Paolo Bianco era direttore del laboratorio di cellule staminali a Roma ed è considerato uno dei massimi esperti in materia di Staminali.

Questo il ricordo che il ministro Lorenzin fa del grande uomo di scienza recentemente scomparso:

“La morto del dottor Paolo Bianco è una grave perdita per la medicina. Saremo per sempre grati al patrimonio di conoscenza che il professore ci ha lasciato. In rappresentanza di tutta la sanità pubblica, volevo esprimere il mio cordoglio per la scomparsa dell’uomo.”

La Lorenzin ha poi voluto esprimere il suo ricordo anche per il Paolo Bianco uomo di scienza, che si è sempre battuto nell’ambito della ricerca sulle staminali, riconducendo il dibattito entro i confini della scienza.

“Vogliamo ricordare la sua abnegazione nel ricondurre tutti i dibattiti all’interno del mondo scientifico, la sua disponibilità verso il confronto, la grande umanità dimostrata nei riguardi dei pazienti. Mi piace ricordarlo con una frase pronunciata da lui qualche mese fa durante la presentazione per l’ennesimo risultato ottenuto nell’ambito della ricerca sulle staminali: la ricostruzione attraverso le cellule della retina umana.”

La sua frase in quell’occasione fu:
“la scienza procede lentamente ma con la sicurezza di risultati tangibili e a volte spettacolari”
beatrice lorenzin

Paolo Bianco e la polemica contro il metodo Stamina

Vannoni non ha mai portato evidenze scientifiche che il suo metodo funzionasse, ma tramite video divenuti virali e pubblicizzati anche da trasmissioni televisive come le iene, che mostravano la testimonianza di presunti miracolati dal metodo Stamina.

Dopo che il governo italiano e il ministero della salute – al cui vertice, nel 2013 c’era proprio Beatrice Lorenzin – aveva deciso di appoggiare le ricerche di Vannoni, dall’estero sono arrivate le critiche. La rivista Nature ha consigliato al governo di non appoggiare questo sistema che appartiene alla pseudoscienza.

Fra i principali detrattori di Vannoni c’era Paolo Bianco. Il medico si era esposto pubblicamente, insistendo sull’infondatezza della terapia.
Questo gli aveva procurato diverse antipatie, soprattutto fra i telespettatori della trasmissione “le Iene” che fino all’ultimo ha sponsorizzato sul suo sito internet gli studi di stamina.

Quando questa vicenda ha avuto fine, la trasmissione si è pubblicamente scusata con il suo pubblico per aver fatto intendere di voler supportare Vannoni e Stamina.

Loading...

Altre Storie

Ecco il primo corpo celeste che sembra provenire da un altro sistema solare

Un misterioso oggetto celeste di 150 metri sta attraversando il Sistema solare con un’orbita iperbolica. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *