Perugia al via con la Pet-therapy, cane in ospedale per migliorare la salute della padrona

Qualcuno fino ad un po’ di tempo fa avrebbe sorto il naso alla sola idea di far passeggiare un cane tra le corsie di un’ospedale, o semplicemente al questione avrebbe fatto ridere i più. Ora invece all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia si cambiano le carte in tavola e non solo i cani entrano direttamente dall’ingresso principale, ma viene concesso loro di restare anche nelle stanze. Tutto ciò grazie alla nuova iniziativa della dirigenza, che accoglie la Pet-therapy, come cura efficace e riconosciuta per i suoi pazienti.
E così è successo che per la prima volta un labrador stia nella stessa stanza, accanto proprio al letto, della sua padrona – dal quale possiamo immaginare nulla riuscirà a schiodarlo – nel reparto di medicina interna e scienze endocrine e metaboliche della struttura di Perugia.
cane-perugia-ospedale
Spiega il dottor Simone Pampanelli addetto all’ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia: “La paziente fin dal suo arrivo nella nostra struttura ha espresso il desiderio di poter avere per qualche ora al giorno il cane preferito” . E così la direzione sanitaria si è decisa ad accordare l’agognato permesso alla paziente, riconoscendo nella vicinanza con l’animale una metodo più veloce verso la guarigione della degente. Una scelta dunque niente affatto coraggiosa, ma semplicemente logia e innanzitutto scientifica. La compagnia del cane risolleva innanzitutto il morale del malato, il cui organismo è in tal modo è più propenso a recuperare le ottimali condizioni fisiche. Questo è ormai un fatto noto in medicina e in molti ospedali all’estero è ampiamente utilizzata insieme alle consuete terapie a base di farmaci e cicli di esami riabilitativi.
E proprio per tale ragione nella struttura ospedaliera venivano già utilizzati dei cani, ai quali venivano fatte svolgere attività di gioco insieme ai bambini ricoverati nel reparto di onocematologia. Adesso ci si aspetta che tale opportunità – o dovremmo dire terapia – venga sempre più diffusa e resa sicura nella struttura di Perugia e non solo.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*