Home » Cronaca & Calamità » Playmobil razzista: l’azienda di giocattoli ora è nei guai
playmobil

Playmobil razzista: l’azienda di giocattoli ora è nei guai

Playmobil accusata di razzismo, l’azienda produce un pupazzo nero con un collare di ferro al collo in una nave

Un antico galeone a remi, con tanto di schiavo nero con una catena al collo: questo è l’ultimo prodotto della Playmobil, azienda tedesca leader nel settore dei giocattoli, che è finito sugli scaffali di tutti i negozi Toys R Us, incluso uno di sacramento dove la signora Ida Lockett l’ha acquistato per regalarlo ai suoi figli.

“Quando nelle istruzioni ho letto che bisognava apporre il collare metallico all’omino nero sono rimasta indignata.”

Ha dichiarato la madre, che dopo aver protestato sulla pagina Facebook della Playmobil ha richiesto il ritiro del giocattolo.
Il pupazzo è nero, indossa abiti umili, ha i piedi nudi e questo collare: secondo l’accusa non ci sono dubbi, si tratta di uno schiavo di colore su un’antica nave.

La Playmobil ha diffuso un comunicato per bocca del WashingtonPost:

“Se guardate la confezione si tratta di una nave di pirati e l’omino è chiaramente un pirata. La figura rappresenta un pirata in un contesto storico ben preciso. Non era nostra intenzione offendere qualcuno in alcun modo.”

A questo punto il ritiro del giocattolo è molto probabile, quando compare lo spettro di razzismo le case produttrici preferiscono essere prudenti. Il nostro consiglio? Se riuscite a sopportare la visione di un omino Playmobil con un collare, acquistate la nave dei pirati: qualora dovesse essere ritirata, fra qualche anno potrebbe divenire un pezzo pregiato del collezionismo di genere.

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *