Home » Varie & Avariate » Povertà pericolosa tanto quanto il fumo e la sedentarietà: ruba fino a 2 anni di vita

Povertà pericolosa tanto quanto il fumo e la sedentarietà: ruba fino a 2 anni di vita

Fumare fa male è vero così come bere alcolici e vivere una vita sedentaria, tutti atteggiamenti e fattori di rischio che portano ad ipertensione e diabete.Sembra che a questi fattori di rischio se ne sia aggiunto un altro, ovvero il vivere in condizioni sociali ed economiche di disagio; a sottolinearlo è stato uno studio condotto dai ricercatori di Lifepath i quali hanno portato avanti un progetto finanziato dalla Commissione europea con lo scopo di individuare i meccanismi biologici alla base delle differenze sociali della salute. Gli autori dello studio pare abbiano effettuato degli esperimenti sul campo e pare abbiano messo insieme i dati relativi a 48 coorti relativi a due milioni di persone di sette paesi differenti ovvero Regno Unito, Italia, Portogallo, Stati Uniti, Australia, Svizzera e Francia; i dati sono relativi agli stili di vita di alcuni partecipanti i quali sono stati seguiti per oltre tredici anni e pare siano stati classificati in base allo stato di occupazione, che è stato utilizzato come indicatore dello status socioeconomico.

I ricercatori, hanno inoltre messo in correlazione queste informazioni con lo stato di salute dei partecipanti stessi e confrontati ancora una volta con quelle a sei tra i fattori di rischio inclusi i 25×25, il piano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha l’obiettivo di ridurre del 25% la mortalità non trasmissibili entro il 2025. “Il fatto che un basso status socioeconomico fosse correlato a una maggiore mortalità era noto da tempo alla comunità scientifica. Tuttavia, il nostro lavoro è stato il primo a confrontare questo parametro con gli altri grandi fattori di rischio, mostrando quantitativamente che vivere in condizioni sociali ed economiche povere diminuisce di oltre due anni l’aspettativa di vita, quasi la metà di quanto non faccia il tabacco e più del consumo elevato di alcool“, ha dichiarato Silvia Stringhini, ovvero la coordinatrice dello studio ed epidemiologa all’Ospedale Universitario di Losanna.

Dunque, povertà e disuguaglianza sociali danneggiano seriamente la salute, arrivando anche a privare una persona di 2,1 anni in media e dunque stando a quanto è emerso sembra che un basso status economico potrebbe risultare letale tanto quanto fumare, avere il diabete o condurre una vita sedentaria. Secondo quanto riferito dagli autori dello studio in questione, però nonostante la povertà possa essere un efficace indicatore di calo nell’aspettativa di vita, non viene presa in considerazione fra i fattori da prendere di mira con interventi specifici da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. “Nonostante questi limiti il nostro studio ha importanti implicazioni. I nostri risultati suggeriscono che le attuali strategie e azioni indicate nel piano per la salute “25×25” e dal programma di monitoraggio del Global Burden of Diseases escludono un importante fattore per la salute dalla loro agenda”, concludono gli autori della ricerca in questione.

Loading...

Altre Storie

Bere acqua calda al mattino fa bene al nostro corpo: Ecco tutti i benefici che non sapevi

Bere acqua calda può portare diversi benefici al nostro corpo, in particolare al nostro tratto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *