Prete distrugge televisore sull’altare

0

don-enrico-spreaficoIl parroco della frazione Villa San Carlo di Valgreghentino (Lecco), don Enrico Spreafico, durante la messa di domenica ha fatto portare sull’altare il suo televisore e lo ha distrutto utilizzando una mazzetta da muratore. «Il mio voleva essere un gesto educativo, i ragazzini devono capire che non si può passare la vita di fronte agli schermi di televisori e telefoni cellulari», dice. E azzarda un parallelo biblico: «Come i Farisei erano accecati dal potere, i ragazzi di oggi rischiano di esserlo dalla tecnologia». I fedeli del piccolo paese nel Lecchese, sempre numerosi in chiesa, non si sono stupiti. «Non sono nuovo a iniziative del genere», ammette il parroco. «Sono teatrale – dice don Enrico, che ha 63 anni – ho fatto recitare in chiesa il Vangelo ai ragazzini e ho liberato una colomba davanti alla parrocchia. Credo nei gesti simbolici, per questo ho apprezzato che Papa Francesco abbia voluto pagarsi l’hotel». Queste le parole del sacerdote rilasciate a Repubblica