Scontro Renzi-Ue, l’Italia decide le sue tasse

1

E’ scontro aperto tra Renzi e l’Ue, ‘spetta a noi decidere le nostre tasse non ai burocrati di Bruxelles’

Lo scontro tra il premier Renzi e l’Ue è ormai aperto, e si condisce di risposte sempre più aspre con il passare delle ore.

Dopo la bacchettata dell’Ue al governo di Renzi per la tassazione troppo alta sul lavoro, arriva la replica, per nulla conciliante del presidente del consiglio.

‘Quali tasse ridurre lo decidiamo noi, non un euroburocrate a Bruxelles… compito dell’Ue non è mettere bocca su quali scelte fiscali fa uno stato… non deve decidere al posto dei singoli governi’. Con queste parole Matteo Renzi rivendica la libertà del suo governo di applicare la tassazione che più ‘gli piace’, senza permettere le ingerenze di Bruxelles.

“Confermo l’eliminazione nella legge di Stabilità della tassa sulla prima casa per tutti e per sempre”, ha aggiunto poi con un tweet Renzi, dando una risposta alle preoccupazioni degli italiani, sulla continuità della sua politica volta ad alleviare la pressione fiscale, giunta ormai a livelli insostenibili per le famiglie italiane.

Loading...
SHARE