Telefonini: stangata sulle ricaricabili, le nuove tariffe

Brutte notizie per tutti i possessori di telefonini: arriva la stangata estiva, che consentirà agli operatori di telefonia di guadagnare di più. Per chi ha sottoscritto una promozione con canone mensile, a partire da agosto pagheranno l’importo dovuto ogni 28 giorni. Lo fa sapere Marco Pierani, responsabile rapporti istituzionali di Altroconsumo, come riporta il quotidiano ‘La Repubblica’. Per gli utenti ci sarà un rincaro pari all’8%, una “bolletta” o se vogliamo una tredicesima per i fornitori dei servizi di telefonia.

A pagare, ovviamente, saranno ancora una volta gli italiani: Altroconsumo fa sapere che i fornitori delle Sim per telefonini – Tim, Vodafone e Wind – a partire da agosto passeranno a offerte ricaricabili con canoni ogni 28 giorni, ossia ogni 4 settimane invece che una volta al mese. Tim, secondo l’allarme di Altroconsumo, applicherà le nuove tariffe addirittura in modo retroattivo.

Parecchi utenti avrebbero già ricevuto l’Sms che li informa che comunque il traffico domenica, per tre mesi, sarà totalmente gratuito. Chi volesse recedere dal contratto dopo questo nuovo aumento, per legge avrebbe diritto alla disdetta gratuita, ma cosa cambierebbe? Il cambio di operatore sarebbe sostanzialmente inutile perché tutti e tre i gestori faranno pagare il canone ogni 28 giorni e non più ogni mese. Wind e Vodafone, in ogni caso, non offriranno le chiamate gratuite di domenica.

3 Replies to “Telefonini: stangata sulle ricaricabili, le nuove tariffe”

    1. Sì, ma si tratta di operatori minori che si appoggiano comunque su quelli grossi e che gioco forza dovranno adeguarsi. Vedasi Noverca, che usa rete Tim ed è stata praticamente inglobata. Poi cosa ci rimane? Poste?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *