Home » Economia & Caste » Con il TFR in busta paga pensioni da miseria: allarme di Bankitalia

Con il TFR in busta paga pensioni da miseria: allarme di Bankitalia

renzi-panettoneLa Banca d’Italia stronca per certi versi la Legge di Stabilità 2015 di Matteo Renzi. Come vi abbiamo già detto qualche giorno fa, il TFR in busta paga è una subdola fregatura nei confronti di chi ha un reddito basso ed è costretto a chiederlo per essere convinto di avere in tasca ogni mese qualche euro in più.

In realtà, prendere il TFR in busta paga farà perdere alla maggior parte dei lavoratori il bonus degli 80 euro, farà aumentare le addizionali locali e quando si andrà a conguaglio a fine anno in molti dovranno restituire allo Stato più soldi di quanti ne abbiano avuti. Inoltre, come dice ‘Bankitalia’, avere il TFR in busta paga avrà come conseguenza delle pensioni bassissime, per chi riuscirà ad andarci:

E’ cruciale che il provvedimento sia temporaneo – dicono i tecnici di Palazzo Koch – , l’adesione dei lavoratori a basso reddito all’iniziativa aggrava il rischio che questi abbiano in futuro pensioni non adeguate.

Inoltre, è in arrivo un salasso dai tributi locali per via dei tagli voluti da Renzi alle Regioni:

Con tagli a Regioni, rischio aumento tasse locali […] l’evidenza degli ultimi anni mostra che gli enti decentrati hanno reagito anche aumentando significativamente le entrate.

L’annuncio arriva all’indomani dell’allarme dell’Istat che sostiene che le misure di Renzi saranno inutili per la crescita, poiché saranno annullate dall’aumento dell’IVA e delle accise sulla benzina come clausola di salvaguardia.

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Pepe a rischio salmonella: ritirato un lotto a rischio

Pepe nero con tracce di salmonella spp, il batterio responsabile della diffusione della salmonellosi: è questo …

One comment

  1. allora il TRF se lo dovrebbe ficcare in quel posto chi ha ideato di manometterlo.Chi voleva derubare le povere vecchie pesionate è capace anche di questo,ma noi siamo esperti acchiappa pantegane da rio..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *