Urologia, prostata ingrossata come curarla, sintomi, pericoli e come guarire

Una visita urologica? x molti uomini è ancora un tabù. La visita urologica è un elemento fondamentale x la prevenzione e la cura dei disturbi che colpiscono l’apparato urogenitale maschile. Ancora molti uomini non si sottopongono a visita specialistica se non costretti o in presenza di patologie già conclamate. Dopo i 40 anni è opportuno sottoporsi ad una visita specialistica di controllo ogni anno.

Cos’è la prostata?Quali sono i segni e i sintomi x riconoscere il suo ingrossamento?

Il primo passo in ogni caso è rivolgersi ad uno specialista x individuare con precisione il problema è risolverlo nella maniera più efficace. I sintomi più comuni sono: la pollachiuria, la necessità di urinare in maniera frequente, più di 8 volte al giorno, e la nicturia, la necessità di urinare nelle ore notturne. Difficoltà nella minzione sì, con flusso dell’urina debole ed intermittente sì, la sensazione di non aver svuotato completamente la vescica dopo la minzione e lo sgocciolamento post minzione.

La prostata è una piccola ghiandola sì, ed è molto importante x la salute di ogni uomo, fa parte del sistema urinario e riproduttivo dell’uomo. La funzione della prostata è quella di produrre e di mettere il liquido seminale. Uno dei costituenti dello sperma che contiene gli elementi necessari a nutrire e trasportare gli spermatozoi. La prostata, svolge anche un ruolo nel controllare il flusso dell’urina. Le fibre muscolari della prostata circondano l’uretra, la contrazione di tali fibre causa un rallentamento o anche un arresto deflusso urinario. L’ipertrofia prostatica benigna comunemente chiamata come prostata ingrossata è uno dei disturbi prostatici più frequenti da 50 anni in poi ah, che arriva a colpire un’elevata percentuale di uomini in questa fascia di età. I fattori di rischio sono diversi e comprendono di sicuro, l’avanzare dell’età, alcune patologie dell’apparato circolatorio, l’obesità, uno stile di vita sedentario da alcuni fattori genetici.

SINTOMI ASSOCIATI CON L’INGROSSAMENTO DELLA PROSTATA

L’ Ipertrofia prostatica benigna può influenzare il modo in cui si urina. Ciò L’ Ipertrofia prostatica benigna può influenzare il modo in cui si urina. Ciò accade perché la prostata ingrossata comprime l’uretra all’uscita della vescica. A volte i sintomi sono lievi. Ad esempio, potreste aver bisogno di urinare più spesso o trovare maggiori difficoltà a svuotare completamente la vescica. Questi sintomi lievi sono una parte normale del processo di invecchiamento – proprio come il declino della mobilità, memoria, o della flessibilità. E’ possibile che il medico non consigli dei trattamenti per sintomi lievi. A volte i sintomi sono molto fastidiosi e possono avere un effetto negativo sulla qualità della vita. In questo caso si può beneficiare di un trattamento. I sintomi che sono spesso chiamati sintomi delle basse vie urinarie (LUTS) possono essere causati da IPB e possono essere dovuti ad altre condizioni che influiscono sul sistema urinario.

TIPI DI SINTOMI

Negli uomini con IPB, i sintomi possono influenzare la minzione in diversi modi: Il modo in cui si tiene l’urina nella vescica (riempimento) Il modo in cui si urina (minzione) Come ci si sente dopo aver urinato (post-minzione) I sintomi di riempimento includono: La necessità di urinare più spesso del solito La necessità di svegliarsi di notte per urinare L’improvvisa necessità di urinare e problemi a rinviarla Qualsiasi perdita involontaria di urina I sintomi di svuotamento comprendono: Un flusso debole di urina Getto che si interrompe o flusso di urina sparpagliato Ci vuole un po’ prima che il flusso urinario inizi ( esitazione) Ci vuole più tempo per terminare la minzione (mitto ipovalido e allungato) In rari casi ritenzione urinaria acuta o cronica Sintomi post-minzione includono: La sensazione che la vescica non sia completamente vuota Perdita involontaria o gocciolamento di urina nella biancheria poco dopo aver lasciato la toilette.

DIAGNOSI DI IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA

Il medico e gli infermieri fanno una serie di test per capire che cosa provoca i sintomi. I sintomi elencati nella sezione precedente possono essere secondari a molte malattie e non solo all’IPB. Questo è il motivo per cui potrebbe essere necessario fare diverse prove prima che il medico ponga una diagnosi. In primo luogo, il medico raccoglie la vostra storia medica e fa un esame fisico. Poi si possono fare test delle urine e del sangue, ecografie della vescica e della prostata, ed eseguire altri test, se necessario.

ANAMNESI

Il medico raccoglierà una storia medica dettagliata e porrà domande circa i sintomi. Potete aiutare il vostro medico preparandovi per la consultazione: Fate una lista di precedenti interventi chirurgici Fate una lista dei farmaci che state assumendo Menzionate altre malattie di cui soffrite. Descrivi il tuo stile di vita (esercizio fisico, il fumo, l’alcool, e la dieta) Descrivere i sintomi attuali e da quanto sono presenti. Il medico può anche chiedere di compilare un questionario per capire i sintomi e anche per capire quanto questi influenzano la qualità della vita. Ci sono diversi questionari disponibili. Il questionario più utilizzato è l’IPSS. Si compone di sette domande sui sintomi.

VISITA MEDICA

Il medico fa un esame fisico generale in cerca di: Una vescica distesa Danni alla pelle sul pene e scroto (un segno di incontinenza urinaria) Secrezioni dall’uretra (un segno di infezione) Anomalie del pene, scroto e testicoli, Inoltre, il medico farà un esame rettale con un dito per sentire la dimensione, la forma e la consistenza della prostata.

ESAME DELLE URINE Bisogna raccogliere delle urine per il test. Il test mostrerà se si ha una infezione delle vie urinarie e se ci sono tracce di sangue nelle urine.

ESAMI EMATICI Vengono eseguiti per controllare la funzionalità renale. Il medico può anche raccomandare di controllare se il vostro sangue ha livelli più elevati di antigene prostatico specifico (PSA). Il PSA è una proteina prodotta dalla prostata e può aumentare negli uomini con un ingrossamento benigno della prostata, infiammazione prostatica, o il cancro alla prostata.

DIARIO MINIZIONALE Il medico può chiedere di tenere un diario minzionale. Qui potrete annotare quanto avete bevuto, quanto spesso urinate, e quanto urina viene prodotta per ogni minzione. Il diario della vescica è importante perché aiuta il medico a capire meglio i sintomi. Si può facilmente misurare il volume di urina a casa con l’aiuto di un misurino. È possibile utilizzare un cronometro per registrare il tempo che impieghi a urinare. Annotare la quantità di urina (in millilitri) e il tempo impiegato per urinare (in secondi) il tutto solitamente per 48 ore.

UROFLUSSOMETRIA Questo è un semplice test che registra elettronicamente il flusso di urina. Si esegue in ospedale o in clinica. Si urina in un contenitore, chiamato flussometro. Questo test aiuta il medico per verificare se l’ingrossamento della prostata provoca una alterazione nel flusso di urina.

ECOGRAFIA APPARATO URINARIO Il medico o l’infermiere scansiona la vescica utilizzando gli ultrasuoni per controllare la quantità di urina che rimane nella vescica dopo la minzione. Questa informazione aiuta a vedere se i sintomi sono causati da ritenzione urinaria cronica, che può essere una complicanza di IPB. L’ecografia può anche essere usato per misurare il volume della prostata. Questo può aiutare a scegliere la migliore opzione di trattamento.

ESAME URODINAMICO Il test urodinamico viene fatto per ottenere ulteriori informazioni sul ciclo della minzione e per stabilire come funziona il muscolo della vescica (detrusore). Durante il test, il medico inserisce i cateteri nell’ uretra e nel retto per misurare la pressione nella vescica e nell ‘ addome. La vescica viene lentamente riempita con acqua sterile attraverso il catetere. Quando la vescica è piena, si urina in un flussometro. I risultati del test sono mostrati su uno schermo che è collegato ai cateteri. A volte, il test deve essere ripetuto per ottenere risultati accurati. Il medico può decidere fare questo test se: Hai una disfunzione neurologica Hai avuto chirurgia pelvica o alla prostata Hai molta urina residua in vescica dopo la minzione Hai molta urina residua in vescica dopo la minzione Se l’IPB è rara nella tua fascia di età Se l’urologo ha bisogno di più informazioni per capire la causa dei sintomi.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.