Silvia Toffanin confessioni private sulla sua storia con Pier Silvio Berlusconi

Pubblicato il: 26 Aprile 2020 alle 6:28

Adesso è lei a parlare Silvia Toffanin. La ragazza conduttrice della trasmissione Verissimo ha voluto divulgare dei suoi momenti privati. Il settimanale Grazia ha dedicato a Silvia un’intervista dove ricordi dell’infanzia e adolescenza fanno conoscere alcuni aspetti della famosa ragazza di Pier Silvio Berlusconi.

Silvia Toffanin parla dei trascorsi con i nonni e il forte legame con i genitori, malgrado la forte gelosia del papà:

“Il nonno mi raccontava i pettegolezzi del posto. Mi coinvolgevano nelle loro attività: Rosario, processione durante il mese della Madonna. Briscola, Settebello. Giocavamo spesso a carte, vincevo. I primi amori? Direi nessuno, con mio padre geloso. In paese usava che i ragazzi, le comitive di amici citofonassero per dire ‘scendi’, senza esserci messi d’accordo prima. Rispondeva mio padre, e ogni volta: ‘Silvia non c’è’. Non mi faceva uscire. Ogni tanto mi permetteva di andare in discoteca, a condizione che mi accompagnasse lui. Mi aspettava chiuso in macchina nel parcheggio. Inutile dirgli di andarsene a casa per tornare a riprendermi. Non si muoveva da lì”.

Proprio a proposito del genitore, ha ricordato il primo incontro tra lui e il compagno Pier Silvio Berlusconi, avvenuto quando la relazione durava già da tempo:

“A mio padre l’ho presentato un anno dopo. La prima cosa che ha detto a Pier Silvio? Io comunque sono dell’Inter”.

La Toffanin e il rampollo di Silvio Berlusconi (attualmente vicepresidente esecutivo e amministratore delegato del Gruppo Mediaset) sono legati sentimentalmente dal 2002 e hanno due figli, Lorenzo Mattia e Sofia Valentina, nati rispettivamente nel 2010 e nel 2015.

La conduttrice ha scelto di vivere la maggior parte del tempo a Portofino, lontano dalle luci della ribalta e dal caos cittadino.

“Volevo dare ai miei figli il mare e un po’ dell’infanzia che ho avuto io. Che mamma sono? Se sente i miei figli pesante. Mi dicono: “Perché non ti vesti così anche con noi?”. Una volta, un’unica volta, mi è capitato di accompagnare mio figlio al pulmino in pigiama con sopra il cappotto. Eravamo in ritardo. Da quel giorno lui si raccomanda: “Vestiti bene, mamma”.

A inizio carriera, i genitori hanno sostenuto molto Silvia Toffanin:

“Vai, viaggia’, diceva mamma, ‘non fare come me che sono rimasta qui’. Lo stesso mio padre. Era come se mi stesse dicendo: ‘Io ti ho insegnato a camminare, ora tocca a te’”. Prima di approdare in tv (la sua carriera venne lanciata da Passaparola), lavorò come indossatrice viaggiando tra Milano, Parigi, Atene, Londra, Barcellona. Eppure, il mondo della moda non faceva per lei: “Io mi sento sempre un pochino a disagio. Ovunque, anche oggi. Allora avevo paura di tutto, il mio freno o salvezza è stata la paura. Paura di uscire, paura delle menzogne. La mia vita erano lavoro e casa”.

C’è da stupirsi se «Verissimo» ha migliorato ancora i suoi record di ascolto, con puntate con oltre 3.200.000 spettatori e il 23,6% di share? La conduttrice non ama parlare di numeri, però ammette: «Sono contenta come una studentessa che ha preso dei bei voti alla fine del primo quadrimestre. Ora però tocco ferro per il secondo». Silvia, come spiega questi risultati? «Li prendo come una dimostrazione d’affetto. Noi cerchiamo sempre di accontentare gli spettatori fedeli, e al tempo stesso di conquistarne altri, come in quest’ultimo anno il pubblico giovane (target 15-34enni, 23,2%, ndr). Si vede che ci siamo riusciti». Ma come ha fatto a convincere Romina (e gli altri) a confessarle cose che non avevano mai detto a nessuno? «Non lo so neppure io! (ride). Ma credo che sia tutta una questione di fiducia. Cerco di essere sempre accogliente, perché io stessa sono riservata e so bene quanto sia difficile aprirsi. Perciò sono davvero grata a chi lo fa con me. Proprio per Romina Power, ad esempio, avevamo pronto un filmato sul suo amore con Al Bano, ma durante l’intervista le ho chiesto se le faceva piacere vederlo, in caso contrario sarei stata pronta a “sacrificarlo”». Mai tentata di forzare la mano? «Mai. Non è un vanto, è che proprio non fa per me. Non sopporto neppure quando qualcuno comincia a parlare senza aspettare che l’altro abbia finito. Figurarsi…». L’intervista più emozionante di questa stagione? «Difficile scegliere. Mi sono commossa di fronte alla forza d’animo con cui Nadia Toffa ha raccontato del suo periodo difficile. Anche l’incontro con Rudy Zerbi è stato davvero toccante: non aveva mai parlato così apertamente del complicato rapporto con Davide Mengacci, il suo padre biologico, in bilico tra rabbia e voglia di perdono. Con Michelle Hunziker, invece, abbiamo toccato toni differenti: drammatico il primo incontro, con le rivelazioni sulla setta che la plagiava, e più allegro il secondo, con il racconto di Sanremo». A proposito di allegria: quale ospite la fa ridere di più? «Sono molti veramente! Ad esempio, mi sono divertita a condurre una puntata speciale dedicata al “GF Vip” con Ilary Blasi e, solo per citare i casi più recenti, qualche settimana fa mi ha fatto ridere Cristiano Malgioglio. Ha voluto fare un’entrata “da diva” distribuendo pasticcini al pubblico. Peccato che, per essere più chic, aveva anche indossato occhiali scurissimi e non vedeva nulla. Al terzo gradino è scivolato e ha fatto volare tutto per terra. Anche l’incontro con Raoul Bova ha avuto momenti spiritosi. Dopo che Rocío mi ha raccontato che dorme col pigiamone, gliene abbiamo fatto trovare in regalo uno buffissimo… non proprio da sex symbol, ecco». Tra gli ospiti stranieri chi l’ha colpita di più? «Shakira. È di una dolcezza disarmante ed è alla mano come solo le vere star sanno essere. Abbiamo parlato dei nostri bambini, di Barcellona, dove ho vissuto anch’io per un periodo, e alla fine ci siamo abbracciate». Prima di ogni puntata che cosa pensa? «Sono sempre piuttosto agitata. Mi rassereno solo quando sono sicura di avere chiara in testa la storia del mio ospite, anche perché credo che sia molto fastidioso per chi viene intervistato che il conduttore sia impreciso o impreparato». Alla fine di ogni puntata che cosa pensa? «Di solito sono contenta ed esausta. E mangio. Per recuperare». La linea non sembra essere un problema. È sempre slanciata ed elegante. «In tv, per il resto giro in jeans e scarpe da tennis. Le due ore di “Verissimo” sono il mio momento glamour della settimana!». Ci svela i prossimi ospiti? «Intanto posso annunciare un evento speciale: la puntata con tutti i protagonisti de “L’isola dei famosi”. In quanto agli ospiti, prossimamente avremo Carlo Cracco, Fabio De Luigi, Patty Pravo, Silvio Muccino ed Emma». Si commuoverà anche con loro? «Chissà. Spero non troppo, se no poi la mamma mi rimprovera. “Ma quanto piangi!” mi dice sempre. E poi, in veneto: “Te ghe ‘a lagrima in scarsea!” («Hai le lacrime in tasca», ndr).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *