“È finito all’ospedale”. L’offerta del fedele è ‘troppo bassa’ e il prete reagisce così: in chiesa succede il putiferio

91

Una lite in chiesa ad Aversa, in Italia. Protagonisti il ​​parroco della diocesi normanna e un fedele che è stato costretto a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale cittadino dopo una furiosa lite, sfociata in un’aggressione con il sacerdote della cittadina in provincia di Caserta, in Campania.

I fatti sono accaduti martedì mattina quando, al termine di una cerimonia funebre per un’anziana donna, il suo parente si è recato nella sacralità della chiesa della Madonna di Casaluce per lasciare una donazione. L’uomo ha deciso di lasciare venticinque euro ma, vedendo la cifra sulla carta, il suo volto è diventato rosso di rabbia e ha fatto notare che si trattava di pochi soldi.

Secondo i giornali locali, il pastore diocesano (AF) ha fatto notare al credente che era stato troppo avaro con le offerte e ne è nata una discussione. Il litigio è iniziato come una discussione tranquilla, ma poi è sfociato in urla e spintoni.

Il fedele avrebbe risposto che non c’era alcun obbligo (di pagare) e ha lasciato il denaro sul tavolo, allontanandosi poi dalla sagrestia della chiesa. Il pastore ha poi reagito con rabbia e ha alzato le mani contro il fedele dopo che questi aveva partecipato al funerale di un suo parente.

Secondo quanto riportano i quotidiani locali, per la Curia si sarebbe trattato solo di uno scambio di opinioni acceso, di un piccolo alterco, ma l’uomo, che avrebbe riportato anche delle escoriazioni, è comunque andato in ospedale per farsi refertare. Ovviamente il fedele è intenzionato a denunciare il prete sia per l’aggressione sia per la richiesta di denaro, non obbligatoria in quanto offerta.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.