Home » Primo piano » Alan Caligiuri condannato a 5 mesi per uno scherzo telefonico

Alan Caligiuri condannato a 5 mesi per uno scherzo telefonico

alan-caligiuriAlan Caligiuri, 33enne co-conduttore dello Zoo di Radio 105 è stato condannato a 5 mesi di carcere per uno scherzo telefonico. A dare la notizia è lo stesso speaker, che ha informato i fan tramite la propria pagina ufficiale di Facebook. Uno sfogo durissimo quello del deejay, che si scaglia contro la giustizia italiana, rea a suo dire di usare due metri e due misuri: i politici ladri e gli assassini sono tranquillamente a spasso, mentre chi ruba una gallina finisce dentro.

Subito dopo la pubblicazione del post, intorno alle 21 di ieri, 11 novembre, i fan si sono scatenati: inizialmente pensavano si trattasse di uno scherzo, ma quando hanno capito che la notizia fosse vera è scattata l’indignazione.

Stamattina mi chiamano i carabinieri di Seregno – scrive su Facebook Alan Caligiuri – , mi dicono che c’è da ritirare una notifica e nella mia testa penso già a qualcun’altra querela per scherzi telefonici quindi cerco di non allarmarmi. Stasera finisco in radio E corro a ritirare questa notifica….bene volete ridere??? SONO STATO CONDANNATO A 5 MESI DI RECLUSIONE…per un cazzo di scherzo radiofonico!!! Io vado in galera e i politici ladroni, gli assassini e i ladri no….GIUSTIZIA ITALIANA….por@@ d@@@!!!sono triste,abbattuto e deluso…a sto punto era meglio se andavo a fare le rapine…o a spaccare di legnate qualcuno…da domani scusatemi ma non sarò più in onda perché mi metto a spacciare!!!”

A sostegno del collega, si è schierato subito Marco Mazzoli, che sulla pagina ufficiale dello Zoo di 105 scrive:

Ci rendiamo conto? 5 mesi di reclusione ad Alan, per uno scherzo telefonico?!? Fiorito, Schettino e tutti i veri criminali liberi?!?? Senza parole!!.

Ancora non è dato sapere quale sia lo scherzo telefonico che ha portato alla condanna, ma è probabile si addivenga ad un patteggiamento.

Loading...

Altre Storie

Napoli shock: Muore paziente, parenti scatenano rissa calci e pugni a infermiere e vigilantes

Quattro infermieri, due medici e un vigilante sono stati aggrediti ieripomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale …

One comment

  1. non ha poi tutti i torti :la legge è uguale per tutti ma le sentenze un po’ meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *