Boss come Riina e Provenzano torneranno incensurati

Due tra i più temuti boss della mafia torneranno di nuovo incensurati

Incensurati. Sarebbe questo il destino riservato a due tra i più tristemente noti boss della mafia, Totò Riina e Bernardo Provenzano, se non fosse stato per un emendamento promosso dal Movimento 5 Stelle.

Infatti secondo un decreto attuato nel 2002 agli ultra-ottuagenari viene cancellata l’iscrizione nel casellario giudiziario. L’effetto più sbalorditivo della diretta attuazione del decreto prevede in pratica la decadenza di tutte le accuse che gravano sulla testa di Riina e Provenzano, accusati dei crimini più turpi contro lo stato e la società.

Ma il via libera all’emendamento del Movimento 5 Stelle ha modificato finalmente nella forma il procedimento penale.

L’emendamento avrebbe avuto anche un altro effetto diretto, la cancellazione dal casellario giudiziario anche degli ex parlamentari condannati, tra i quali figura anche Silvio Berlusconi, il quale compirà 80 anni a settembre del prossimo anno.

Davvero una brutta botta per l’ex cavaliere, che di sicuro non si arrenderà nemmeno davanti a questa difficoltà

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*