Dagli USA le ‘proteine di nuova generazione’ per vaccini più efficaci contro l’influenza

La stagione dell’influenza inizia ufficialmente questo mese, e dagli Stati Uniti i ricercatori della Tulane University School of Medicine stanno lavorando allo sviluppo di vaccini più efficaci da portare il prima possibile sul mercato. Il tutto avviene grazie ad una borsa di 1 milione e 600 mila dollari donata dal National Institutes of Health.
L’immunologa Elizabeth Norton e la sua squadra della Tulane Univesity stanno testando l’efficacia di due coadiuvanti – composti che stimolano il sistema immunitario – per creare una migliore vaccino antinfluenzale. LTA e LTA1 sono proteine ​​di nuova generazione sviluppate da una molecola genitore che ha dimostrato di essere un coadiuvante altamente efficace negli studi precedenti, ma che ha anche prodotto effetti collaterali inaccettabili in un piccolo numero di persone.

Gli adiuvanti immunologici LTA e LTA1 hanno diversi vantaggi potenziali. Essi possono aumentare l’efficacia di un vaccino, contribuendo a proteggere le popolazioni ad alto rischio (ad esempio, gli anziani e gli immunodepressi) o essere utilizzati in piccole dosi per allungare una fornitura di vaccini limitata, potenzialmente critico in un ambiente soggetto a pandemia influenzale. Tali adiuvanti particolari causano una risposta limitata nella memoria del sistema immunitario, in modo da poter essere utilizzati per diversi vaccinazioni.
influenza


E ‘davvero emozionante che abbiamo le opportunità e gli strumenti qui alla Tulane di indagare qualcosa che potrebbe aiutare tante persone“, afferma Elizabeth Norton.
Il team al momento utilizzerà principalmente i topi per testare vaccini contro l’influenza sia con le iniezioni cutanee che con gli spray nasali. Gli studi esamineranno le risposte immunologiche, il livello di protezione da virus e di come il vaccino sta funzionando.
La sovvenzione NIH sosterrà la ricerca fino al 2020.
Alla fine della giornata, io sono uno scienziato perché credo nella ricerca per la salute umana per dare il meglio alle persone, vite più felici e più produttive… è la cosa migliore che posso fare con il mio tempo”, spiega Elizabeth Norton. “Penso che questa sovvenzione ci aiuterà davvero a fare qualcosa che potrebbe potenzialmente avere un impatto enorme sulla nostra comunità e la popolazione in generale.”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *