Francesco Campanella del M5S contattato da Vendola, dichiara: “Non sono in vendita”

4

francesco campanellaFrancesco Campanella, uno dei senatori del MoVimento 5 stelle, ha raccontato di essere stato contattato da Nichi Vendola, il quale gli avrebbe proposto di entrare in Sel, qualora fosse stato cacciato dal movimento dopo aver votato Pietro Grasso. Come lui stesso ha raccontato sul proprio profilo Facebook:

 

 

 

francesco-1

Per chi non riuscisse ad aprire lo screenshot, ecco quanto postato dal senatore del MS5:

Oggi mi ha chiamato Vendola. Mi ha fatto i complimenti per la mia scelta su Grasso e mi ha manifestato disponibilità ad accogliermi nelle fila della maggioranza laddove Grillo mi cacciasse.Un avvenimento strano, oppure no. Nella loro logica non riescono ad immaginare che un cittadino possa votare per evitare che la seconda carica dello Stato vada ad una persona inetta. Per i politici tutto è tattica, merce di scambio, gioco a scacchi. Sono offeso. Profondamente offeso. Offeso che una scelta etica sia stata scambiata per disponibilità all’inciucio, che una scelta difficile sia equivocata, come infedeltà ai propri impegni, che un attivista 5 stelle sia scambiato per un aspirante politico di professione.

Non sono in vendita. Non ho un cartellino del prezzo da cercare e quindi, signori politici astenetevi dalle brutte figure. Noi “grillini” siamo qua a Roma in servizio civile ed a tempo determinato, siamo cresciuti politicamente tra cittadini che lavorano, nel poco tempo ritagliato tra professioni e famiglia. Alla fine del mio compito io tornerò a casa ed ho bisogno di girare a testa alta tra i miei amici e i miei elettori.
Quindi la fiducia fatevela dare dal PDL che vi capisce e potrebbe vendersi, anzi, non aspetta altro.
Simul statis, simul cadetis.

PS: lasciate i pace i miei amici del MoVimento. Non troverete aiuto presso di noi.