Garcia: nessun caso Dzeko, l’attaccante sostituito in ottica turn over

0

Edin Dzeko e Garcia sono sul banco degli imputati dopo la sconfitta esterna contro l’Inter che costa ai giallorossi il primo posto in classifica.
In conferenza stampa a Garcia è stata posta una domanda sull’utilizzo di Edin Dzeko e sul suo rendimento, decisamente al di sotto delle aspettative fino ad adesso. Il bosniaco è stato sostituito al minuto 77 di un match che la Roma stava perdendo 1-0.
Il dubbio è se si possa parlare già ora di un caso Dzeko: la sostituzione, in una situazione di punteggio che richiedeva teoricamente l’impiego in campo dell’unica punta di peso a disposizione della squadra, ha dato il via ad una pioggia di critiche sull’attaccante, che Garcia ha prontamente respinto.

No, non c’è nessun caso Dzeko ha spiegato il tecnico.
Mercoledì la Roma sarà impegnata in una sfida fondamentale per il passaggio del turno in Champion’s League, contro i tedeschi del Bayern Leverkusen. Il bosniaco, spiega Garcia, è stato preservato per poter essere al meglio in vista di questo importantissimo impegno. Inoltre Pjanic era stato espulso e la squadra senza l’inserimento di Vainqueur sarebbe stata troppo sbilanciata. Ecco il perché della sostituzione.

Dzeko dopo la rete con la Juventus non è più riuscito a trovare la via del gol in questa stagione. Un dato che preoccupa i tifosi ma che non impensierisce il tecnico, che al bosniaco chiede molto lavoro sporco la davanti; un sistema di gioco che favorisce i due esterni, Salah e Gervinho, ma penalizza in ottica reti Dzeko, il quale in sua difesa va detto che ha ricevuto pochissimi cross.
Certo undici partite e una sola rete è un magro bottino per gli amanti delle statistiche, ma la fiducia dell’allenatore non manca.

Contro l’Inter Dzeko ha avuto un’occasione d’oro per riuscire a zittire le critiche, purtroppo l’ha sprecata, a causa anche di un eccellente recupero difensivo di D’ambrosio che ha respinto la sua fiacca conclusione a porta vuota.

Con l’infortunio di Totti, che dovrebbe tornare dopo la sosta di campionato, il tecnico giallorosso non ha a disposizione altre punte centrali ad eccezione di Dzeko. Gervinho è stato occasionalmente impegnato al centro, ma il ruolo dell’ivoriano resta quello di esterno offensivo, a sgroppare sulla fascia.
Ecco perché il peso dell’attacco giallorosso ora è tutto sulle spalle di Dzeko. Riuscirà la punta a ripagare la fiducia di tecnico e tifosi (oltre i soldi della società), ritrovare la forma perduta e scrollarsi di dosso lo spettro di quella nomea di “bidone” che qualcuno, dopo appena undici partite, vuol già cucirgli addosso?

Loading...
SHARE