Giovane down candidata, ma non lo sa

0

La Corte di Appello di Napoli le ha chiesto di presentare il rendiconto delle spese della campagna elettorale delle ultime amministrative. Sembra una storia surreale, eppure è accaduta a Napoli dove una giovane down è stata candidata – rigorosamente a sua insaputa – alle ultime elezioni al Consiglio comunale.

Ma quali spese e quali contributi? La vicenda la racconta oggi ‘Il Mattino’ che ha scoperto anche che Federica fu collocata al 16° posto nella lista civica Napoli Vale-Valeria Valente sindaco, la deputata candidata del Pd dopo aver battuto Antonio Bassolino nelle primarie del centrosinistra (nella foto i festeggiamenti per l’occasione) per essere poi battuta con largo margine da Luigi De Magistris.

Quindi i cittadini che hanno votato (ed eletto) in propria rappresentanza i candidati di Uniti per Volterra, ora si ritrovano ad aver eletto al governo della città, senza volerlo, i rappresentanti di un’altra forza politica. Anche perchè Federica, che non è nemmeno andata a votare, non sarebbe l’unico caso. Non sarebbe il caso che ora la magistratura indagasse, come ha fatto a Palermo per le candidature del Movimento 5 stelle, con gran clamore di stampa e televisioni? L’impiegato dell’ufficio competente per le pratiche elettorali non si è per nulla meravigliato.

“Qualcuno dovrà spiegarcelo”, dichiara al Mattino Toni Nocchetti, presidente di ‘Tutti a Scuola’. La cosa incredibile e che quando la famiglia si è recata a Palazzo San Giacomo per avere i dovuti chiarimenti, è emerso che sarebbero diversi i disabili inseriti in più liste (sempre a loro insaputa) che hanno partecipato alla competizione elettorale. “E’ un atto gravissimo” hanno fatto sapere i genitori di Federica.

loading...
loading...
SHARE