Il movimento delle pupille indica un cambio di scena durante i nostri sogni

I sogni ed il rapid eyes movement

Per la prima volta, gli scienziati hanno registrato tramite le singole cellule cerebrali il sonno durante le fasi del sogno. Le registrazioni sono state effettuate su dei pazienti con degli elettrodi impiantati nel cervello per controllarne le convulsioni.

E così gli studiosi hanno registrato, dopo ogni rapid eye movement (REM), delle raffiche di attività cerebrale che corrispondono a quel che succede quando siamo svegli e vediamo una nuova scena.
Essi suggeriscono che questi movimenti tremolanti ben noti in scienza accompagnano un vero e proprio “cambio di scena” che avviene nei nostri sogni.

“E’ un’occasione unica per guardare a ciò che sta accadendo all’interno del cervello umano”

spiega il dottor Yuval Nir, del Tel Aviv University in Israele. “Siamo molto grati ai pazienti con epilessia che hanno deciso di partecipare.”

Nel corso di quattro anni il dottor Yuaval Nir ha lavorato in collaborazione con alcuni colleghi francesi su 19 diversi pazienti, registrando diverse aree cerebrali all’interno del lobo temporale mediale. La particolarità dei risultati risiede nel fatto che questa parte del cervello non è in alcun modo coinvolta nella vista, ma si limita ad offrire al cervello soltanto uno stimolo verso un determinato concetto.

“È possibile chiudere gli occhi e immaginare la regina Elisabetta, e questi neuroni si infiammeranno. Questa attività implica un aggiornamento delle immagini mentali e delle associazioni”.

La velocità con cui muoviamo gli occhi durante la fase REM ci informa quindi della velocità del cambio delle immagini che si susseguono nel nostro cervello mentre stiamo dormendo, ma freneticamente agiamo e viviamo situazioni davvero fuori dal comune.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*