Home » Politica & Feudalesimo » M5S, la svolta di Grillo: “Aperti al dialogo grazie a Mattarella”

M5S, la svolta di Grillo: “Aperti al dialogo grazie a Mattarella”

Beppe Grillo traccia la svolta del M5S e lo fa con una lunga intervista concessa oggi al ‘Corriere della Sera’. Il comico genovese si sente rassicurato dalla presenza al Colle di Sergio Mattarella, Presidente della repubblica che ha avuto modo di incontrare qualche tempo fa. Grillo apre al dialogo con il PD per alcune importanti riforme e fa una mezza retromarcia sulle presenze dei suoi in TV.

“Dialoghiamo con tutti. Purché le proposte non siano bocciate a priori: ci deve essere onestà intellettuale”, esordisce Beppe Grillo, che ritiene Mattarella “un garante della Costituzione molto preparato”. Un’apertura che viene colta con favore anche dal PD, che per bocca di Speranza dice: “Se è una vera inversione di linea e non solo mera propaganda – replica il capogruppo Dem alla Camera -, credo che il Pd debba essere pronto a confrontarsi nel merito delle questioni”. In questi giorni da diverse parti si sono levate voci favorevoli alla creazione di un reddito minimo per i cittadini, una delle battaglie più agguerrite del Movimento 5 Stelle:

Il reddito di cittadinanza è vedere il mondo del lavoro in un altro modo, è un diritto civile – continua Grillo al ‘Corsera’ – E’ destinato a chi perde il lavoro, a chi non lo raggiunge. Sono 780 euro al mese, ma varia a seconda del numero dei componenti familiari e chi ne usufruisce segue un percorso con lo Stato. Gli si offrono due-tre lavori, se non li accetta, perde il reddito.

Per le coperture, il M5S propone di recuperare cifre importanti dalle spese militari, dal gioco d’azzardo e da una sorta di patrimoniale:

Ci sono persone che hanno 2-3 milioni di euro di reddito. Se gli prendi lo 0,5-l’1% a questo scopo non credo siano contrari. Discuteremo anche con la Cei… Per noi – prosegue Grillo – il principio è che nessuno deve rimanere indietro, se no vanno su le destre, i fascisti…

In questi ultimi tempi continua a salire la Lega Nord di Salvini, nei confronti della quale il leader del Movimento 5 Stelle afferma:

E’ stata al governo, è artefice del patto di Dublino e ha investito fondi in Tanzania. La gente è confusa, andiamo sul palco e diciamo tutti la stessa cosa, ma noi abbiamo sempre fatto le cose che abbiamo detto.

Quanto alla prossima campagna per le regionali, Grillo preannuncia importanti novità, soprattutto in merito all’uso della TV:

Nelle liste per le Regionali abbiamo persone di prim’ordine. Le piazze non funzionano più. Resteremo sotto il palco, staremo a contatto con la gente. Io già faccio gli autogrill, mi sento un attivista come lo ero nel 2005-2006. Divieto di andare in TV? Capisco che ci sia una fetta di elettorato che si informa con i canali tradizionali. Può essere – conclude – che forse abbia sbagliato io.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”16928″]
Loading...

Altre Storie

Batterio Killer pseudomonas aeruginosa nell’acqua minerale: I lotti e marca ritirati dal mercato

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di otto lotti di acqua minerale prodotta da Fonte Cutolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *