Home » Cronaca & Calamità » Monella fuori dal carcere dopo uccisione ladro, fondamentale la grazia di Mattarella
antonio mmonella

Monella fuori dal carcere dopo uccisione ladro, fondamentale la grazia di Mattarella

Antonio Monella aveva ricevuto inizialmente uno sconto di pena dal presidente della repubblica Sergio Mattarella il 13 novembre scorso, adesso dopo la concessione della grazia parziale da parte del capo dello stato è uscito dal carcere, dopo soli 14 mesi, e potrà passare il natale in casa insieme ai suoi familiari.
Antonio Monella, imprenditore originario di Arzago d’Adda (provincia di Bergamo) era stato condannato in via definitiva dal giudice l’8 settembre del 2014 a 6 anni di carcere per aver ucciso un giovane ragazzo albanese, mentre tentava di rubargli l’automobile davanti casa.

La dinamica degli eventi che hanno portato Antonio Monella ad uccidere il ladro albanese

La vittima si chiamava Ervis Oxha, aveva 19 anni, e insieme ad altri due complici si era intrufolato nell’abitazione dell’imprenditore lombardo riuscendo a sottrargli le chiavi dell’auto, una mercedes. Secondo la ricostruzione degli eventi, Antonio Monella svegliato dai rumori notturni aveva preso il fucile e, dopo aver sparato un colpo d’avvertimento in aria, aveva mirato direttamente sui malviventi, ferendone uno, che è morto qualche ora dopo per dissanguamento. I carabinieri ne avevano trovato il corpo senza vita, abbandonato dai complici, nei pressi di un pub della zona, che poi si erano dileguati.

antonio mmonella
Ad attenderlo fuori dal carcere c’erano la moglie Egle ed i figli Alberto e Angelica, che avevano preso sulle spalle la gestione dell’azienda di famiglia. Adesso, l’imprenditore potrà tornare a dirigere direttamente la sua azienda edile. Antonio Monella, intervistato ai microfoni dei giornalisti ha dichiarato, “E’ un miracolo, il Natale arriva in anticipo, adesso voglio solo andare a casa“. Il magistrato di Sorveglianza ha attuato inizialmente il provvedimento di clemenza, a seguito della richiesta di scarcerazione da parte degli avvocati Andrea Pezzotta ed Enrico Mastropietro, che aveva fatto scendere la pena di Monella, fissata a sei anni, a tre anni circa. Ma adesso l’imprenditore tornerà dritto dritto a casa, perché, sempre grazie all’intervento del presidente della repubblica, verrà affidato in prova ai servizi sociali e potrà anche recarsi nella sua azienda per lavorare. “Ringrazio il personale della polizia penitenziaria per come sono stato trattato… Ora finalmente mi aspetta un po’ di serenità“. Ha commentato con emozione Monella.
Ieri sera ad Arzago d’Adda si è tenuta una festa, per celebrare la scarcerazione di Antonio Manella, cui hanno partecipato anche il vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, e il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi. Non ha confermato la sua presenza invece Matteo Salvini, che al tempo dei fatti si era schierato apertamente con l’imprenditore, accusato di omicidio.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *