Home » Economia & Caste » Paolo Barnard “Monti è un criminale bugiardo”

Paolo Barnard “Monti è un criminale bugiardo”

Le rare volte che Paolo Barnard compare in tv, le scintille sono assicurate. E’ stato così anche ieri, all’Ultima Parola, il programma di Rai Due condotto da Gianluigi Paragone. Si parla del terremoto dell’Emilia Romagna e del rischio che i cittadini e le aziende colpite non vengano indennizati. “Anche le banche – esordisce Barnard – hanno avuto dei terremoti e la Bce di Mario Draghi è subito intervenuta, pompando mille miliardi di euro. Questi soldi sono stati creati semplicemente premendo un pulsante e vengono poi usati per fare speculazione contro gli Stati. E’ una questione di scelte: si potrebbero creare soldi dal nulla per risarcire i terremotati, ma non si fa. Si tratta di una scelta precisa”.

Quando il deputato del Pd Colaninno ripete per l’ennesima volta il mantra per cui “Monti ha salvato l’Italia”, Barnard esplode. “Monti è un bugiardo e un criminale, sa che stiamo andando alla catastrofe come in Grecia perché è un esperto di economia monetaria. E’ diventato capo del governo grazie al golpe finanziario di novembre”. Paragone si affretta a prendere le distanze dall’ex giornalista di Report: “Lei si assume le responsabilità di quello che dice”. Colaninno s’infuria: “Non possiamo permettere che in Rai qualcuno definisca il presidente del consiglio un criminale!”

Nei pochi minuti in cui viene lasciato parlare, Barnard argomenta: “L’euro è un disegno franco-tedesco, teorizzato da un filonazista, che nasce 70 anni fa per affamare il Sud dell’Europa. Si utilizza lo spread e il debito pubblico per incutere terrore fra la gente e fare accettare i tagli allo stato sociale e la diminuzione di democrazia. Il problema è la sovranità monetaria, che l’Italia ha ceduto alla Bce. Quest’ente privato favorisce le banche private e strozza gli Stati. Quando c’era la lira il rapporto tra debito pubblico e Pil era molto più alto di adesso, eppure non siamo andati in bancarotta. Il Giappone e gli Stati Uniti hanno un debito pubblico molto più elevato dell’Italia, eppure non vanno in bancarotta. Perché? Semplice: hanno una propria banca centrale che immette moneta nel sistema economico e non subiscono lo strozzinaggio. Bisogna uscire dall’euro, perché lo scopo della moneta unica è affamare i popoli. Le conseguenze le stiamo vedendo: imposte altissime, disoccupazione fuori controllo, recessione, imprese che falliscono, stato sociale indebolito…”

Oliviero Beha (giornalista e scrittore) e Paolo Ferrero (segretario di Rifondazione Comunista) dicono che Barnard “ha fondamentalmente ragione, ma se dà a Monti del criminale poi la gente si ricorda solo di questo”. E infatti…

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hnqzhhaRDGE[/youtube]
Loading...

Altre Storie

Meteo, le previsioni dal 24 al 26 novembre

Ma sarà mercoledì la giornata più intensa di maltempo. E’ arrivato il weekend che le previsioni meteo dei principali siti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *