Referendum Faenza: chiamati a votare in quasi 44mila, ecco i numeri

Per chi avesse smarrito la scheda ogli spazi al suo interno per l’apposizione del timbro siano esauriti, si potrà chiedere una nuova tessera agli uffici comunali, cheoggoi, sabato sabato 3 assicurano l’apertura dalle 9.00 alle 18.00, mentre domenica, giorno della votazione, saranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto.

Il risultato del referendum sarà valido qualunque sia l’affluenza: non trattandosi di un referendum abrogativo non sarà necessario raggiungere il quorum.

Nelle urne gli elettori troveranno una scheda sulla quale sarà riportato il quesito sottoposto a referendum con due caselle sulle quali tracciare una croce sul ‘Sì’ oppure sul ‘No’ per approvare oppure bocciare il Referendum confermativo sulla Riforma costituzionale approvata dal Parlamento. Quanto al corpo elettorale, il comune con quello meno numeroso è quello di Moncenisio, in provincia di Torino, con 29 elettori, di cui 14 uomini e 15 donne; il comune con più elettori è invece Roma, con 2.092.633, di cui: 974.896 uomini e 1.117.737 donne. In pratica, quasi il 3,5 per cento degli aventi diritto in tutta Italia.image

Quando e come si vota. Qualora non si rinvenga la propria tessera elettorale o si rilevi che gli spazi per l’apposizione del timbro sono esauriti, ricorda la Prefettura, si potrà chiedere una nuova tessera agli uffici comunali che, a tal fine, assicureranno l’apertura al pubblico nella giornata di sabato 3 dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, mentre domenica, giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto (dalle ore 7.00 alle ore 23.00).

PER VOTARE – Per poter votare gli elettori dovranno esibire, oltre ad un documento di identità, la tessera elettorale personale a carattere permanente. A questi vanno aggiunti i 12.296 elettori iscritti nelle liste del Comune di Venezia, ma residenti all’estero, che voteranno per posta, e i 182 veneziani che lavorano o studiano temporaneamente all’estero, che hanno richiesto di avere la stessa opportunità.

Il Comune di Firenze organizza anche un servizio di trasporto ai seggi per gli elettori che hanno difficoltà di deambulazione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *