Home » Cronaca & Calamità » Shock a Chioggia, investita sulle strisce da neopatentato: muore a 28 anni

Shock a Chioggia, investita sulle strisce da neopatentato: muore a 28 anni

È accaduto intorno alle due di notte del giorno di Natale. La ragazza, era accompagnata dal proprio fidanzato, ed è stata tamponata da un neo patentato di 23 anni. In un primo momento i responsabili aveva fatto finta di essere solo testimone, poi ha confessato. La macchina viaggiava molto forte, poi il terribile impatto. Così Elena Boscolo Contadin, una bellissima ragazza ventottenne rimaste uccise investita da un’automobile mentre stava attraversando le strisce pedonali in compagnia del fidanzato.

VENEZIA – Una giovane di 28 anni, Elena Boscolo, è stata investita e uccisa da un’auto pirata mentre con il fidanzato stava attraversando la strada sulle strisce pedonali a Sottomarina di Chioggia (Venezia). Il ragazzo è rimasto a sua volta ferito, ma non in maniera grave.

L’investitore, un giovane del luogo alla guida di una Citroen bianca, dopo essere fuggito è poi tornato a piedi sul luogo dello schianto, confondendosi tra la folla di curiosi, forse per capire se i soccorritori avessero elementi sull’auto ‘pirata’. Ma il suo nervosismo non è sfuggito ai carabinieri, che dopo qualche domanda hanno intuito che aveva a che fare con l’incidente. Alla fine il ragazzo, un 24enne, ha ammesso le proprie responsabilità, ed è stato denunciato per omicidio stradale e omissione di soccorso. (ANSA).

LA CONFESSIONE – I militari dell’Arma hanno ascoltato le versioni di tutti i testimoni, ma nelle parole del giovane, evidentemente, hanno colto qualcosa che non quadrava. Ecco perché hanno deciso di intensificare le proprie domande, fino a quando il giovane non ha più retto ed è capitolato, raccontando tutta la verità. I carabinieri, ottenuta la confessione, hanno deciso di arrestarlo per omicidio stradale, ma il pm di turno ha deciso di optare per una semplice denuncia a piede libero.

Dopo aver investito la coppia il ragazzo alla guida della Citroen è tornato a casa – abita proprio vicino alla vittima – ha lasciato a causa l’auto ed è tornato a piedi sul luogo dell’incidente, mescolandosi ai curiosi che assistevano ai rilievi eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Chioggia. I militari lo hanno avvicinato, chiedendogli se fosse un testimone, e lo hanno visto reagire in modo strano. Hanno così cominciato a fargli una serie di domande, fino a che il ragazzo ha ceduto e ha ammesso di essere lui l’investitore, e di essere scappato perché preso dal panico.

Il ragazzo è risultato negativo all’acol-test, ed è stato sottoposto anche agli esami del sangue per accertare se guidava o meno dopo aver assunto sostanze stupefacenti. Il ragazzo è stato denunciato a piede libero per omicidio colposo e omissione di soccorso.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *