Terremoto: scuole evacuate a Terni e Spoleto dopo scossa 3.9

Una scossa di terremoto è stata avvertita alle 10.58 nell’area dell’Umbria che va da Spoleto a Terni. È stata di intensità 3,9 sulla Richter. Alcuni comuni, entro 20 km dall’epicentro, in cui sono state registrate le scosse telluriche: Vallarsa, Posina, Valli del Pasubio, Recoaro Terme, Laghi, Terragnolo, Trambileno, Ala, Torrebelvicino.

La scossa tellurica è stata localizzata dalla Sala Sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Roma. L’epicentro della scossa delle 10.58 è stato individuato dall’Ingv tra Spoleto e Terni, precisamente tra Pompagnano e Montebibico, ad una profondità di 9 km. In via precauzionale e per i dovuti sopralluoghi è stata momentaneamente interrotta la circolazione ferroviaria fra Terni, Spoleto e Foligno. Lo riferisce Fs, spiegando che è stato rilevato un guasto al sistema di distanziamento, che proprio la scossa sismica avrebbe provocato.

Il danno è stato comunque subito riaperto e la circolazione è stata riaperta intorno alle 12.35. A Spoleto lo scorso 2 gennaio la terra aveva tremato con una scossa di magnitudo 4,1 ed epicentro ad Azzano dove si era registrato anche il crollo in abitazione e diverse nuove inagibilità. Al momento non vengono segnalati danni a persone o cose.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *