Vibo Valentia, arrestato don Felice La Rosa per prostituzione minorile

In particolare il bulgaro avrebbeproposto agli altri prestazioni sessuali da parte di unquindicenne straniero chiedendo in cambio del denaro. Il parroco, tra l’altro, nell’agosto del 2014, era stato vittima di un’intimidazione: al termine della messa, don Felice La Rosa, ritrovò due ruote dell’auto bucate con un punteruolo. Le indagini svolte dalla Squadra Mobile vibonese hanno tratto spunto dalle investigazioni avviate in ordine all’omicidio di Francesco Fiorillo, avvenuto a Vibo Valentia lo scorso 16 dicembre 2015, coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia. A vario titolo sono accusati di prostituzione minorile e corruzione di minore.

Nel corso dialcune intercettazioni telefoniche avviate nei confronti dipersone ritenute vicine alla vittima sono emersi elementi diresponsabilità a loro carico. A partire da queste intercettazioni è partita l’operazione denominata Settimo cerchio. Dalleintercettazioni è emerso che i due hanno accettato la propostapagando, a fronte delle prestazioni, 50 euro. I tre sono stati bloccati ieri mattina dalla Squadra Mobile di Vibo su richiesta del procuratore capo della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, del sostituto procuratore Debora Rizza e dell’aggiunto Vincenzo Luberto. “Mons. Renzo esprime, altresì – é detto ancora nel comunicato – piena fiducia nella magistratura perché i fatti siano acclarati nella giusta dimensione ed tal fine dichiara la sua piena disponibilità e collaborazione”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*