Incinta all’ottavo mese, la vicina le taglia la pancia e le ruba il bambino

È davvero incredibile quanto accaduto ad una ragazza di 22 anni, incinta di 8 mesi la quale è morta dopo essere stata uccisa, praticamente dalla sua vicina di casa in modo davvero assurdo. Come abbiamo detto, la protagonista di questa vicenda è una ragazza di 22 anni, la quale era incinta di 8 mesi e sarebbe deceduta dopo che la vicina le ha tagliato la pancia e le ha rubato il bambino. La 22enne era una giovane infermiera pronta ad aiutare sempre gli altri e anche in quel caso aveva deciso di aiutare la sua vicina di casa che le avevo chiesto aiuto per cucire un vestito ma ignara che quello sarebbe stata soltanto una trappola, nonché un modo per ucciderla e strapparle in modo davvero incredibile il bambino.

Leggi Anche  Fattura elettronica e flat tax ultime notizie, due ombre sulla crescita

Questa storia davvero assurda arriva dal Nord Dakota, negli Usa ed ha come protagonista la giovane 22enne di nome Savannah Greywind. E’ questo il nome della giovane donna, la quale come già abbiamo detto, era stata invitata dalla sua vicina di casa a salire al piano di sopra per poterla aiutare a cucire un vestito. La vicina, Brooke Crews, una donna di 36 anni avrebbe progettato tutto sin dall’inizio ed il suo era un piano davvero diabolico. La scusa era la seguente, ovvero l’infermiera incinta all’ottavo mese, l’avrebbe dovuta aiutare a cucire un vestito e pare che le fosse stato dato addirittura del denaro per il disturbo arrecato.

La 22enne era davvero molto felice di diventare mamma e ormai mancava poco al grande giorno ed avrebbe finalmente conosciuto la sua creatura. Anche la 36enne però sembra avesse un desiderio regresso, ovvero diventare mamma e per questo aveva fatto credere al suo compagno, un uomo di 32 anni di nome William Hoehn di essere incinta. Tuttavia, nel corso dei mesi la donna non era riuscita a rimanere incinta ed in questo modo la donna avrebbe messo su questo malefico piano.

Leggi Anche  Pensioni ultime notizie: Sindacati si scagliano contro “quota 100” "Svantaggia i lavori più pesanti"

Con la scusa del vestito, ha attirato Savannah a casa sua, poi avrebbe volutamente iniziato una discussione con la stessa, spingendo la 22enne per terra. A quel punto la giovane avrebbe perso i sensi e così Brooke le ha tagliato la pancia e le ha rubato il bambino. Sarebbe questa la ricostruzione davvero incredibile e macabra effettuata dagli inquirenti, secondo i quali ad aggravare tutto ciò, ci sarebbe il fatto che la 22enne era ancora in vita quando le è stato strappato il bambino dal grembo. Purtroppo però, la 36enne non ha nemmeno chiamato i soccorsi e così ha lasciato la 22enne in agonia, a morire. E’ stato il marito dell’infermiera a lanciare l’allarme, non vedendola rientrare. Subito dopo gli inquirenti sono giunti a casa di Brooke ed alla fine la 36enne ha confessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.