Bollo auto, come avanzare la richiesta annullamento pagamento. Ecco il modulo

Print Friendly, PDF & Email

Il bollo auto è una tassa automobilistica obbligatoria che tutti i proprietari di auto, motorini e moto sono tenuti a versare entro una specifica scadenza. Ma cosa accade se questo non viene pagato entro i termini? E dopo quanto il mancato pagamento non accertato, si può considerare prescritto? Qualora il proprietario dell’autoveicolo non dovesse pagare il bollo auto entro la scadenza, per cui c’è il mancato pagamento entro l’ultimo giorno del mese successivo al mese in cui è stato pagato il bollo l’anno precedente, comporta l’inizio delle procedure per il recupero del credito da parte dell’Agenzia delle entrate. Oggi vogliamo parlare nello specifico del bollo auto e della richiesta di annullamento, con il conseguente modulo da presentare PDF. È stata stabilita la prescrizione del bollo auto a livello nazionale e non è dunque regionale ma ciò non vuol dire che le regioni non possono determinare delle regole differenti per l’imposta, ad esempio riguarda le agevolazioni.

Sono stati fissati però a livello nazionale i tempi di prescrizione che ammontano a 3 anni. Tutte le richieste di pagamento del bollo auto, oltre a questo lasso di tempo sono da considerarsi nulle e quindi annullabili. In Piemonte sembra che l’agenzia di riscossione Soris stia continuando ad inviare dei solleciti per il pagamento del bollo auto non pagato negli ultimi anni e in tanti lo hanno già pagato oppure stanno provvedendo a farlo. Tuttavia come abbiamo già anticipato, sì sto cercando di imitare i cittadini che si vedono recapitare dei solleciti di pagamento per il bollo auto già prescritto a fare ricorso entro e non oltre 60 giorni dalla notifica presso la commissione tributaria provinciale e presentare comunque un esposto presso la Procura della Corte dei Conti della propria regione.

Come fare per richiedere però l’annullamento della cartella di pagamento? Per poter richiedere l‘annullamento della richiesta di pagamento bisognerà compilare un apposito modulo in pdf ed inviarlo poi all’ufficio di riferimento dell’Agenzia delle Entrate. Nel modulo si dovranno inserire tutti i dati che sono stati lasciati in sospeso a cominciare dalla cartella di pagamento relativa all’anno di riferimento e bisognerà anche provvedere all’identificazione del veicolo attraverso la targa.

Il modello dovrà essere compilato e bisognerà anche inserire tutti i dati anagrafici nella parte finale di questo modello che riguarderà la richiesta di annullamento per autotutela della cartella di pagamento, indicando di conseguenza il giorno della notifica e anche la modifica motivazione. Infine, bisognerà anche inserire il luogo, la data e di conseguenza la firma. Questo modulo avrà come Oggetto “Richiesta di annullamento della cartella di pagamento per le tasse automobilistiche” ed è in versione PDF scaricabile. Il modulo si potrà, dunque, tranquillamente stampare, compilare e poi inviare anche telematicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.