Pensione anticipata con 40 anni di contributi, è possibile evitare Quota 100?

Si torna a parlare di Quota 100 e di cumulo con reddito da lavoro e ci si chiede se effettivamente questo sia possibile. Le ultimi notizie in termini di pensione confermano il superamento della riforma Fornero che prenderà forma nel coso del 2019. Di fatto questo dovrebbe avvenire con della conferma di Quota 100 che si andrebbe a concretizzare e si tratterebbe di uno degli obiettivi della maggioranza formata come sappiamo da Lega e Movimento Cinque stelle. A breve, dunque, i lavoratori che hanno raggiunto 62 anni di età e 38 anni di contributi versati, potranno andare in pensione anticipata. Sembrano essere ancora in trattativa, le finestre di uscita dal mondo del lavoro, così come le modalità per poter fare richiesta ed i tempi necessari.

Pensioni ultime notizie: cumulo Quota 100 con forme reddito lavoro

Questa misura potrebbe riguardare ben 400.000 persone. Quota 100, sembra che debba prevedere un divieto di cumulo di tutti i trattamenti previdenziali con altre forme di reddito da lavoro. Si tratterebbe di un divieto di cumulare reddito da lavoro dipendente o autonomo, per chi andrà in pensione con Quota 100. Tale divieto, sembra che sia imposto anche per cumulo con reddito da lavoro occasionale per un periodo di 24 mesi dalla data di pensionamento. Questo, ha soltanto uno scopo, ovvero favorire il ricambio generazionale sia nel settore privato che pubblico. Si stima che limitando la possibilità di avere altre tipo di entrate, i potenziali beneficiari saranno scoraggiati nell’andare in pensione. A trarne beneficio sarebbero, dunque, le casse dello Stato così come andrebbero a ridursi le uscite alla voce pensioni. Ci sarebbe anche chi parla di una stima di ben 5 miliardi piuttosto che 6,7, ovvero la cifra che era stata preventivata per la riforma previdenziale.

Cumulo e pensione anticipata, cosa succede?

Abbiamo parlato di cumulo dei trattamenti previdenziali con altre forme di reddito da lavoro e quello che ci si chiede adesso, è cosa effettivamente possa accadere con la pensione anticipata. Stando a quanto, è emerso dalla normativa vigente, ai fini del conseguimento della pensione anticipata è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente. Non sembra sia richiesta la cessazione dell’attività che si svolge in qualità di lavoratore autonomo. Alla domanda se possano essere introdotte delle modifiche o se invece resterà tutto invariato, non si hanno al momento risposte certe.

Ricordiamo che Quota 100 è una proposta per poter anticipare l’età pensionabile per i lavoratori iscritti presso l’Assicurazione generale obbligatoria, le gestioni speciali dei lavoratori autonomi, la gestione separata dell’Inps ed i fondi sostitutivvi ed esclusivi dell’assicurazione generale obbligatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *