Tini Cansino: “A Uomini e Donne le vedremo delle belle”

Dolce, premurosa e romantica: così appare a Uomini e Donne Tini Cansino, sognatrice d’altri tempi decisa e determinata. L’amore coraggioso che non cede a pretese e abitudini è il concetto assoluto posto alla base dei consigli che dispensa ai protagonisti, perché è solo «la voglia di aprirsi all’amore vero e libero il valore aggiunto alla felicità». Tini Cansino è il volto elegante e discreto del Trono Over, l’opinionista dai capelli rossi che da sei anni segue amori, discordie e peripezie dei protagonisti senior della trasmissione. Le sue origini greche riescono a emergere ancora in un accento preciso e misurato, ma è quella “italianità” conquistata a Drive In a fare di lei uno dei volti più amati e apprezzati di Uomini e Donne.

Gli anni di Ragazza Fast Food sono ormai lontani, ma quella donna tanto bella quanto affascinante conserva ancora la spensieratezza dei momenti che la videro raggiungere la popolarità in pochissimo tempo. Il varietà Drive In ha determinato sicuramente la svolta della sua carriera, ma è Uomini e Donne a dare oggi una nuova possibilità alla showgirl che ha fatto sognare milioni di italiani. La ritroviamo cambiata, pronta a battersi per il vero amore e per quelle storie fatte di complicità e sogni a occhi aperti. E oggi che una nuova stagione di amori e gelosie over è ormai alle porte, l’opinionista non ha dubbi: «Ne vedremo delle belle, ma l’amore trionferà».

Tini, sono ormai sei anni che siede tra gli opinionisti di Uomini e Donne: come descriverebbe questa esperienza?

«E un’esperienza meravigliosa, ho come la sensazione di trovarmi in un salotto di psicoanalisi. È una fase di rilassamento totale, ti rendi conto che il tempo non passa e che, anche se l’età prende il sopravvento, si rimane giovani e impacciati con l’amore. Quella ricerca disperata di un sentimento che a volte tarda ad arrivare mi colpisce, come quel volersi aggrappare a qualcuno senza tenere conto che invece l’amore vero è quello contraddistinto dalla libertà. È un’emozione che va coltivata, che non cambia le persone a nostra immagine e somiglianza. Uomini e Donne è proprio questo per me, mi fa vedere tutte le forme dell’amore e fa crollare qualsiasi tipologia di schema, perché al cuor non si comanda».

Che cosa ha rappresentato e cosa rappresenta per lei Uomini e Donnei

«È il mio presente. Rappresenta me che continuo a vivere con Uomini e Donne. Mi sento in famiglia e mi aiuta a crescere… interiormente, spero non anagra- ficamente! (ride, ndr). Mi aiuta a comprendere il senso della vita».

E una sorta di rivincita a quel periodo di pausa che si è concessa per dedicarsi alla famiglia?

«Rivincita è una parola che non mi piace, mi fa paura. Mi allontanai dalla TV perché avevo voglia di dare il mio amore e la mia presenza alla mia famiglia. Il mio impegno era concentrato sui miei familiari e non mi andava di far combaciare i due mondi. Io non credo alle rivincite, credo che l’essere umano debba riuscire a sentirsi felice sempre e per quello che ha».

Facciamo un po’ di passi indietro: a diciannove anni ha scelto di trasferirsi in Italia per lavoro, fino ad arrivare alla popolarità con Drive In. Come ricorda quei momenti?

«Sono momenti bellissimi, fatti di spensieratezza ma anche di tante riflessioni. A vent’anni non riesci ad avere molte consapevolezze. Li ho vissuti in piena purezza, sono arrivata al successo ed è stato tutto inaspettato e sorprendente. Sono grata a Drive In e all’Italia, mi sono sentita amata dal pubblico italiano dal primo giorno. E io infatti mi sento italiana, sono nata in Grecia ma mi sento italiana a tutti gli effetti (ride, ndr)». Da iconica Ragazza Fast Food a opinionista: in quale veste si sente più suo agio?

«Sono camaleontica, mi sento sempre a mio agio. Ieri, come oggi. Riesco a trovarmi bene nelle situazioni in cui ho voglia di trovarmi bene e nelle cose in cui credo. Se invece avverto sensazioni spiacevol, mi sposto e vado oltre. M’immergo nei colori in cui mi trovo, ma non perché io sia accondiscendente, mi piace semplicemente trovarmi dove mi trovo…altrimenti non sarei lì».

E oggi che opinionista è?

«Amorevole, e anche abbastanza surreale (ride, ndr). Vivo questa esperienza con responsabilità perché l’amore non può essere giudicato. Tutti devono approcciarsi come credono, amare è un grande impegno. Come la vita. Non sempre è semplice giudicare e dire la propria, preferisco ascoltare e accogliere. Solo così si riesce a capire la vera origine delle emozioni e dei sentimenti».

Qual è la coppia all’interno del programma che è riuscita ad emozionarla di più?

«Ognuna a suo modo mi ha trasmesso qualcosa, ma sicuramente porto nel cuore la relazione tra Gemma e Giorgio. Gemma viveva un amore tormentato, Giorgio invece provava a lascarsi andare di più ma non riusciva. Forse, abituati a soffrire per amore, si sono sabotati a vicenda e hanno distrutto un bellissimo rapporto. Io preferisco sempre il lieto fine e tra loro non c’è stato ma, nonostante tutto, ci hanno fatto sognare».

Chi è, invece, il cavaliere più discolo? «Che vuol dire discolo?» (ride, ndr).

Che fatica a stare fermo. Impertinente, sfacciato…

«Ah, ecco (ride, ndr). Abbiamo ripreso con le registrazioni e ho già individuato un signore di quasi novant’anni che ha un temperamento di un trentacinquenne. Sarà difficile tenerlo sulla sedia. E poi Domenico, che non riesce proprio a trattenersi di fronte alle donne e ha sempre voglia di acchiapparle tutte (ride, ndr)».

E la dama più romantica?

«E chi secondo lei? (ride, ndr). Gemma, che attraversa romanticismo e sensualità sfrenata. Adesso cerca di far esplodere la sua femminilità, ma la dolcezza è sempre predominante in lei».

Cosa dobbiamo aspettarci da questa nuova stagione, Tini?

«Sarà una stagione piena d’amore, ne sono sicura. Risveglierà i sentimenti veri. Spero che dame e cavalieri riescano a mettere da parte il proprio ego e accettino l’altro per quello che è realmente: questa è la forza dell’amore».

Vuole fare un appello ai protagonisti senior della trasmissione?

«Apritevi all’amore, senza avere pretese da questo sentimento. Vivete con libertà ogni giorno e con la voglia di vivere quelle emozioni e quella felicità. Non programmate l’amore, non mortificatelo con abitudini e sottomissioni, scoppierebbe!»

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.