Turista entra in acqua ma non torna più, familiari la trovano morta: malore per il caldo

Tragica vacanza per una donna emiliana in villeggiatura a Marina di Pietrasanta, sulla costa toscana. Dopo essersi allontanata dall’ombrellone per un bagno in mare, infatti, la signora è stata colta da un improvviso malore che non le ha lasciato scampo. La vittima è un 76enne nata e residente a Carpi(Modena), già da alcuni giorni in vacanza con il marito a Pietrasanta, dove avevano preso in affitto un appartamento. Fatale per lei un arresto cardiocircolatorio probabilmente dovuto anche alle elevate temperature delle ultime ore. Il dramma intorno alle 12 di lunedì quando i bagnini di alcuni lidi della zona hanno soccorso la donna in mare e hanno cercato di aiutarla ma inutilmente. Anche l’arrivo dei soccorsi medici del 118, che hanno continuato a praticare con l’ausilio del defibrillatore le manovre rianimatore, si è rivelato inutile.

Nel frattempo in un lido poco lontano il marito e una nipote stavano ancora cercando la donna che non era più tornata sotto l’ombrellone. Hanno scoperto la tragica notizia solo quando, grazie alla collaborazione tra stabilimenti balneari e Forze di Polizia, si è riusciti a rintracciarli e a comunicare loro quanto era accaduto. Successivamente gli stessi militari della Guardia Costiera hanno accompagnato i familiari presso l’obitorio dell’Ospedale, per il triste rito del riconoscimento, avvenuto subito dopo.  Secondo quanto è emerso dagli accertamenti medici praticati sul posto, il malore aveva stroncato la donna quando ancora si trovava in acqua. L’assenza di segni evidenti di annegamento, infatti, ha fatto propendere i sanitari per la conferma di tale ipotesi. Vista la situazione, il magistrato di turno, Elena Leone della Procura di Lucca, ha autorizzato prima il trasporto della salma all’obitorio dell’Ospedale Versilia e quindi disposto la restituzione del corpo ai familiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *